Dopo i morsi a mamma e bimba, il cane finisce “in osservazione”

Per fortuna l'episodio avvenuto in centro a Gallarate non ha avuto conseguenze fisiche gravi per le persone. La Polizia Locale ha sanzionato la persona che aveva in custodia il cane

polizia locale generica gallarate

Ha fatto molto discutere l’episodio che ha visto mamma e bimba di due anni lievemente ferite da un cane in centro a Gallarate, nella mattina di giovedì 28 maggio 2020.

Come spesso capita quando si parla di cani, le valutazioni divergono molto a seconda della percezione delle persone, con conseguenti polemiche.

Resta il dato sanitario (lesioni “lievissime” per le due persone coinvolte, ma con intervento sanitario sul posto) e quello giudiziario-amministrativo: la Polizia Locale ha registrato il caso come un caso di “cane mordace” e, sulla base del Dpr di polizia veterinaria del 1954 che ancora regola la materia, ha affidato il cane – registrato come un cucciolo di Pitbull – al canile sanitario. La norma prevede infatti che il cane sia tenuto isolato («è a casa», chiarisce la proprietaria) e valutato dal veterinario.

Quanto alla persona che aveva in custodia il cane, viene contestato il malgoverno di animali, reato depenalizzato: la donna riceverà una sanzione amministrativa. Resta la possibilità di querela di parte per le lesioni lievissime.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore