Il mondo sostenibile post Covid19 parte dalle Green school

Assegnati quest'anno 304 premi alle scuole green lombarde, di cui oltre la metà (154) a istituti della provincia di Varese

La premiazione delle \"Green school\"

Il 5 giugno 2020, in occasione della Giornata mondiale dell’ambiente, si è svolto l’evento (on-line) finale del progetto “Green School: rete Lombarda per lo sviluppo sostenibile”, al quale si sono iscritte 1011 persone tra insegnanti, studenti e famiglie delle province di Brescia, Cremona, Lecco, Lodi, Milano, Sondrio e Varese.

Il progetto Green School mira a diffondere nella società civile la conoscenza dei temi ambientali e a favorire atteggiamenti, azioni e forme di partecipazione attiva delle scuole, della popolazione e delle istituzioni lombarde, volti alla tutela dell’ambiente, alla lotta ai cambiamenti climatici e alla mitigazione dell’impatto antropico. Nell’anno scolastico 2019/20 hanno partecipato al progetto 46.123 studenti e 4.209 insegnanti di tutta la Lombardia, di cui oltre la metà provenienti dalla provincia di Varese (25.244 studenti e 2.376 insegnanti).

Durante l’evento sono state menzionate le esperienze scolastiche più originali e sono intervenute personalità ed enti influenti del settore – Roberto Cavallo, Andrea Bellati, Emanuele Bompan, Francesca Casale, Associazione Recup e Gloria Zavatta – portando riflessioni sui pilastri Green School acqua, energia, rifiuti, spreco alimentare, mobilità e biodiversità letti in chiave attuale e post Covid-19.

In quest’anno scolastico, nonostante le difficoltà relative all’emergenza sanitaria, sono stati assegnati 304 riconoscimenti Green School a livello regionale, di cui 154 a scuole della provincia di Varese (qui l’elenco completo delle scuole varesine premiate).
Quest’anno si premiano tutte le scuole che si sono impegnate a mettere in pratica comportamenti eco-attivi senza classi di merito, tenendo conto della situazione particolare.

Sempre più green: la primaria di Morosolo vince due concorsi

Il progetto è finanziato dall’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo, con capofila ASPEM di Cantù e il coordinamento tecnico-scientifico di Agenda 21 Laghi, CAST, Provincia di Varese e Università degli Studi dell’Insubria e vede il coinvolgimento di partner in tutte le province lombarde. L’evento streaming è stato gestito dall’Università dell’Insubria e moderato dal professor Gianluca Ruggeri che, insieme alla collega professoressa Elena Maggi, rappresenta l’Università all’interno del Comitato Tecnico Scientifico.

Per informazioni: info@green-school.it

 

di
Pubblicato il 08 Giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore