I trolley tornano a viaggiare in cabina: cade il divieto con il nuovo decreto

Atteso il nuovo DPCM chiamato a prorogare le regole di sicurezza in scadenza, approvate lo scorso 20 giugno. Tra le novità, il ritorno del bagaglio a mano nelle cappelliere

Malpensa Generiche

TROLLEY IN CABINA
Aria sanificata costantemente, assembramenti limitati nel tempo. Viaggiare in aereo è meno pericoloso di quanto appare. Lo han spiegato a Radio anch’io su Rai Radio1 la sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa commentando la notizia che il nuovo DPCM, atteso per oggi, toglierà il divieto di portare i trolley in cabina e di disporli nella cappelliere. Abiti non indossati andranno invece riposti in sacchetti igienizzati forniti dalla compagnia aerea. Il divieto era stato introdotto in via precauzionale per volontà delle stesse compagnie aeree così da limitare l’assembramento per sistemare e recuperare i propri bagagli: «quelle vicinanze non vanno mai sopra i 15-20 minuti che è il tempo in cui avviene il contagio» ha commentato il sottosegretario.
Oggi il ministro Speranza annuncerà la proroga delle misure di contenimento del virus almeno fino al 31 luglio.

VOLI VIETATI
I collegamenti aerei ripartiti lo scorso 1 giugno, rimangono vietati con una serie di paesi elencati dallo stesso Ministro della Salute: divieto d’ingresso per chi ha soggiornato negli ultimi 14 giorni in Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia ed Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana .

ASSEMBRAMENTI VIETATI
Continueranno a essere vietati gli assembramenti mentre i centri commerciali dovranno garantire la misurazione della temperatura e la presenza di dispenser per igienizzare le mani. Rimangono vietate discoteche e sale da ballo al chiuso così come fiere e sagre ( a meno di diversa disposizione regionale). I luoghi di culto dovranno mantenere le regole di igiene e distanziamento adottate dallo scorso 18 maggio e così cinema, teatri e auditorium continueranno ad avere posti a sedere preassegnati e distanziati, rispettando la distanza di almeno un metro (ad eccezione dei conviventi) e con un massimo di mille spettatori per spettacoli all’aperto e 200 in luoghi chiusi.

MASCHERINE
Cade anche in Lombardia l’obbligo di indossare la mascherina anche negli spazi aperti. Rimane in vigore in tutt’Italia il dovere di coprirsi naso e bocca nei luoghi chiusi mentre la Lombardia prevede l’obbligo anche negli spazi aperti dove non c’è adeguato distanziamento

STATO DI EMERGENZA
Sembra destinato o a essere prorogato lo stato di emergenza sino al 31 ottobre ( non fino al 31 dicembre). La misura permetterebbe al Governo di adottare velocemente misure drastiche di contenimento, come firmare nuovi Dpcm (che non hanno bisogno dell’approvazione delle Camere) o l’istituzione delle cosiddette “zone rosse”, nel caso in cui la situazione epidemiologica peggiorasse in maniera grave.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore