Quantcast

Nasce Ubuntu, il centro di aggregazione sociale di Buguggiate si ispira a Mandela

Sono tante le associazioni che convivono nel centro. Il salone è il primo passo di una sistemazione complessiva che comprenderà anche la facciata

Il Centro di aggregazione sociale di Buguggiate

Di solito gli edifici comunali simbolo della comunità vengono intitolati a personalità di spicco della politica, uomini e donne che hanno fatto la storia, letterati che hanno ispirato l’umanità e patrioti di diverse epoche. Invece il Centro di aggregazione sociale di Buguggiate è stato intitolato alla filosofia Ubuntu.
Non si illudano gli smanettoni informatici. L’ispirazione della giunta comunale non è nata dalla passione per l’omonimo sistema operativo open source, ma deriva direttamente dalla filosofia che ha permesso al Premio Nobel Nelson Mandela di pacificare il Sudafrica dilaniato dall’apartheid.

Galleria fotografica

Il Centro di aggregazione sociale di Buguggiate 4 di 11

«La società tende ad essere un po’ individualista – ha detto il sindaco Matteo Sambo, durante l’inaugurazione – e noi in campagna elettorale siamo stati scelti perché siamo un gruppo, non peace and love (pace e amore, ndr), che spesso discute anche animatamente al suo interno, mantenendo però alto l’ascolto, la compartecipazione e la condivisione delle decisioni, con responsabilità, nel pieno rispetto dell’altro. Un comportamento originato da un principio che possiamo riassumere con la frase: io sono perché noi siamo. Ecco perché abbiamo intitolato questo centro alla filosofia Ubuntu».

Il centro di aggregazione, fondato nel 1997, è dunque rinato nella parte più significativa. L’intervento di ristrutturazione, voluto dall’amministrazione comunale e costato circa 50mila euro, riguarda il salone principale al piano terra, spazio che tutte le associazioni presenti nell’edificio possono condividere per i loro eventi e presentazioni. Parliamo di realtà come La focale, che conta tra i suoi iscritti oltre cento appassionati di fotografia, l’associazione anziani, la pro loco, la protezione civile che ha la sede al piano superiore. Insomma, quel volontariato che rappresenta il motore principale delle comunità, in grado di mobilitare le persone e di offrire servizi importanti in termini di coesione, socialità e aiuto.

Il prossimo anno dovrebbe partire anche il rifacimento della facciata dell’edificio piuttosto malandata. Nel frattempo, il Comune oltre al salone, ha messo mano ad alcuni particolari esterni, come il ghiaietto nel piazzale del centro e il riassetto del verde.

All’inaugurazione del nuovo salone erano presenti i componenti della giunta, i consiglieri comunali, tra cui anche qualcuno della minoranza e i responsabili delle varie associazioni che sono stati invitati dal sindaco a firmare “in diretta” il manifesto del Centro di aggregazione sociale Ubuntu.
«Sono i principi che contano, non le persone» ha concluso il sindaco.
Madiba Mandela, che grazie a Ubuntu riuscì a rivoluzionare pacificamente il Paese di cui divenne presidente, ne sarebbe stato orgoglioso.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 Settembre 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Il Centro di aggregazione sociale di Buguggiate 4 di 11

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ela Ela

    Un ringraziamento particolare al Sindaco Matteo Sambo (ed i suoi collaboratori) per il grande impegno dimostrato nel soddisfare le esigenze della Comunità, per le nuove iniziative e per la volontà di porsi al servizio dei cittadini di ogni età.
    Emanuela e Matteo

Segnala Errore