La sicurezza nelle scuole: 80 studenti si confrontano per indicare il futuro

È iniziato l'Hackathon indetto dal Ministero dell'Istruzione legato alla Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole 2020. Tra i partecipanti l’Istituto Omnicomprensivo Europeo di Arconate e Buscate

Hackathon promosso dal miur

(foto di repertorio)

Nell’ambito delle iniziative legate alla Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole 2020, l’Istituto Omnicomprensivo Europeo di Arconate e Buscate è stato invitato a partecipare alla prima maratona di policy-making promossa dal Ministero dell’Istruzione.

Da oggi e sino al 23 novembre, 80 studentesse e studenti provenienti da 20 scuole secondarie di secondo grado italiane, daranno vita al policy hack “Securing the Future”: si tratta di una vera e propria maratona di idee, una competizione a squadre di 48 ore, finalizzata allo sviluppo di idee e proposte innovative volte a favorire l’impiego di nuove risorse economiche verso le principali priorità riguardanti la sicurezza nelle scuole.

La delegazione arconatese è composta da due studentesse e due studenti, frequentanti il IV e il V anno del Liceo Linguistico d’Arconate e d’Europa e dalla prof.ssa Maria Elena Caiola.
“Securing the Future” si propone come momento di incontro – condotto attraverso metodologie didattiche innovative – per stimolare tanti giovani studenti provenienti da tutta la Penisola verso le politiche europee del futuro, contribuendo ad influenzare il dibattito pubblico in maniera sempre più ragionata e consapevole: un punto di raccolta di contenuti in cui i giovani protagonisti possano progettare insieme un prossimo policy memorandum a livello nazionale ed europeo sull’importanza della sicurezza nelle scuole.
Per costruire un futuro più giusto, infatti, servono politiche che usino in modo innovativo ed efficace tutti i fondi a disposizione.
Il raggiungimento di questo obiettivo passa dallo sviluppo di idee e proposte innovative di intervento a favore del mondo della scuola, quale leva strategica per cogliere le sfide del futuro.

Con “Securing the Future” gli studenti e le studentesse si confronteranno per trovare soluzioni a tre aree di interesse strategico:
– #Innovazione in Sicurezza (favorire i processi di trasformazione digitale degli spazi e delle attività scolastiche, contribuendo a soddisfare tutte le esigenze legate alla sicurezza);
– #Sostenibilità in Sicurezza (ridurre in modo diffuso l’impronta ecologica delle attività e delle infrastrutture scolastiche, rendendo più sicuri la produzione e il consumo di risorse);
– #Cultura in Sicurezza (garantire la salute e la sicurezza negli ambienti scolastici, favorendo la crescente diffusione della cultura della prevenzione).

«I ragazzi devono essere protagonisti del proprio futuro, non solo individuale, ma anche collettivo –  sostiene il Dirigente scolastico, prof. Emanuele Marcora – la partecipazione ad attività innovative in ambito nazionale permette di mettere in gioco le competenze sviluppate a scuola, per diventare cittadini sempre più consapevoli e aperti al confronto democratico».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 20 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.