Castelseprio che Vorrei: “In tempi di crisi chiediamo un gesto straordinario”

Castelseprio che Vorrei, gruppo di minoranza, tocca diversi temi aperti. Dalla Tari alla indennità del sindaco, dalla revisione del Pgt agli interventi emergenziali

Castelseprio Generico

«In questo momento straordinario legato all’emergenza sanitaria, chiediamo all’amministrazione un gesto straordinario: di dimenticare gli obbiettivi del loro programma, le promesse della campagna elettorale e di destinare tutte le risorse possibili a favore del territorio (intendiamo: cittadini, famiglie, imprese) tramite incentivi e riduzioni delle tasse locali. Perché è possibile di tralasciare il consenso, almeno per il momento, quale obbiettivo delle scelte amministrative».

Lo dicono Sara Canavesi, Veronica Casotto, Elena Saporiti, consiglieri comunali di Castelseprio che Vorrei (minoranza a trazione Lega).

Il gruppo fa il punto analizzando le scelte più recenti fatte a livello comunale, tra settembre e fine novembre. Alcuni passaggi sono stati condivisi: «A settembre 2020 è stata approvata una delibera, anche da noi favorevolmente votata, con cui il Consiglio si impegnava a reperire nel proprio bilancio circa 9.000 € da destinare a riduzioni della Tari per le attività. Durante il consiglio comunale di 28/11/2020 veniamo informate che, del Fondo per esercizio funzioni fondamentali (art. 106 Decreto Rilancio) pari a 49.451 € dato dallo Stato a Castelseprio per l’emergenza Covid, ben 13.400 € sono destinati a coperture per la Tari. Abbiamo chiesto, e ci aspettiamo che accada, che entrambe le somme, per un totale pari a circa 22.000 €, siano restituite al territorio con una riduzione della Tari, secondo il criterio che questa amministrazione riterrà più idoneo.
L’amministrazione trattenga, come è giusto, eventuali minori entrate dovute a morosità nel pagamento della Tari 2020, ma riversi sul territorio tutta la rimanenza dopo il consuntivo di aprile (scontandola, quindi, dalla bolletta Tari 2021). Chiediamo che il Sindaco si impegni sin d’ora ad accordare tale riduzione.

Castelseprio che vorrei ricorda poi che per l’emergnza alimentare erano a disposizione 6.934 euro ricevuti dallo Stato ma «ne sono stati erogati solo 4.000 euro, esaudendo comunque tutte le richieste. «Invitiamo chi non fosse informato e ne avesse necessità, a farne richiesta» (nel frattempo sta partendo anche la seconda tranche di contributi).

Altro tema, la Variante al Pgt: «Dalla delibera sulle variazioni di bilancio apprendiamo che per il 2020 sono stati destinati 43mila euro per l’adeguamento degli strumenti urbanistici. Si tratta di un esborso considerevole e da valutare in relazione al momento critico che cittadini e imprese stanno vivendo. Per questo, prima della votazione abbiamo espressamente chiesto conferma che le somme fossero destinate a modifiche imposte da obblighi di legge: abbiamo ricevuto risposta affermativa. Dalla delibera di Giunta n.48/2020 (precedente la seduta di Consiglio, ma pubblicata successivamente) apprendiamo tra le tante finalità individuate dalla variante anche: puntuali revisioni qualitative, puntuali previsioni per attuare trasformazioni territoriali senza incremento del peso insediativo e del consumo del suolo, piano urbano del traffico». Anche su questo Castelseprio che Vorrei promette approfondimenti.

Polemico invece il riferimento alla indennità del sindaco: «Sempre dalla delibera sulle variazioni di bilancio abbiamo appreso che la spesa per il compenso del sindaco da ottobre a dicembre 2020 è stata incrementa di 1.180 euro, somma ricevuta dallo Stato per tale scopo. In questo contesto di indiscusso disagio economico per attività e cittadini a causa dell’emergenza Covid, ci chiediamo, anche considerate le sue dichiarazioni in campagna elettorale riguardo la riduzione del compenso, perché il Sindaco non ha rinunciato all’incremento concesso dallo Stato? Oppure, allo stesso modo, perché il Sindaco non ha stabilito che un pari importo delle somme del nostro bilancio destinate ora al suo compenso siano impegnate per risolvere una delle tante criticità legate all’emergenza in corso? Evidenziamo che qualunque azione sul punto successiva a questa nostra dichiarazione non potrà che essere recepita favorevolmente, ma dovrà comunque essere intesa come scelta costretta e non spontanea, dettata dalla necessità di dare riscontro alla presente istanza».

«Dalla delibera sulle variazioni di bilancio abbiamo appreso che le risorse messe a disposizione dal nostro Ente sono 13.400 €, ciò per avere garanzia dell’ottenimento del finanziamento di 30.000 € da parte di Regione Lombardia. Ricordiamo che il contributo minimo a carico del Comune, per compartecipare al finanziamento del 95% avrebbe potuto essere di soli 1.600 €. Abbiamo fatto presente all’amministrazione che, indipendentemente dalla necessità di sistemazione del parco giochi, forse sarebbe stato opportuno destinare quei soldi per difficoltà legate all’emergenza in corso. Concludiamo con una riflessione: in questo momento, l’amministrazione sta ricevendo somme straordinarie da parte degli Enti superiori ed ha la possibilità di beneficiare di libertà di spesa straordinarie ed impensabili fino a poco tempo fa. Non dimentichiamo, però, che le risorse ricevute da Stato e Regione derivano dai contributi dei cittadini, cioè proprio da coloro che in questo momento stanno soffrendo per gli effetti della crisi».

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 12 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.