Monti replica a Galimberti sulla class action: “Indica il referendum sul suo stipendio come promesso”

La replica del consigliere regionale della Lega alla richiesta del Sindaco Galimberti

emanuele monti

«Galimberti pensa alla campagna elettorale invece di occuparsi dei problemi reali dei varesini che scaturiscono dall’incapacità della sua Giunta. Indica il referendum sul suo stipendio che aveva promesso in campagna elettorale, in modo che siano i cittadini a decidere quando deve guadagnare».
Così Emanuele Monti, consigliere regionale del Carroccio, intervenendo in merito alla proposta del Sindaco di Varese di indire una class action per risarcire aziende, commercianti, famiglie e studenti che hanno subito danni per l’istituzione della zona rossa.

«Galimberti – spiega Emanuele Monti – si occupi dei numerosi problemi della città, scaturiti dall’incapacità della sua Giunta, piuttosto che attaccare a vanvera Regione Lombardia. Cerca di strumentalizzare la questione della zona rossa in maniera disdicevole e a scopo meramente elettorale. In primo luogo, è bene ricordare che la Lombardia è stata la prima che, quando il Governo ha cambiato il metodo di calcolo dell’indice Rt, ha denunciato il fatto che fosse un sistema poco affidabile. In più, questo metodo non è mai stato trasparentemente condiviso con le regioni, tant’è che è servito il ricorso al Tar di Regione Lombardia per palesare il fatto che veniva preso in considerazione anche un indicatore molto poco coerente con l’andamento epidemiologico e che condizionava in maniera sostanziale l’Rt».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.