Varese News

emanuele monti

Emanuele Monti è nato a Varese il 15 febbraio 1985, si è laureato in Economia Aziendale all’Università LIUC Carlo Cattaneo. Dopo una prima esperienza nel mondo imprenditoriale della moda, nel 2008 è diventato manager nell’industria della Cosmetica e poi dirigente de L’Oréal.

Tra il 2008 e il 2012 è stato membro della Segreteria Provinciale della Lega Nord di Varese e negli stessi anni è Commissario della prima Sezione della Lega Nord Varese.

Nel 2007 è diventato Consigliere comunale a Varese e ha assunto l’incarico di Presidente della Commissione servizi sociali. Sempre nel 2007 è stato eletto Consigliere Provinciale e Presidente della Commissione Lavoro ed edilizia scolastica.

Nel 2009 diventa Vice Presidente del Consorzio Demanio Lago Maggiore, Varese, Comabbio, Monate e viene eletto Presidente della Commissione Commercio del Comune di Varese. Dal giugno 2010 al dicembre 2013 è componente del CDA dell’Università Carlo Cattaneo-LIUC.

Nel 2013 è stato candidato al Consiglio regionale della Lombardia, risultando il primo dei non eletti. Entra nel parlamento lombardo nel marzo 2016, a fronte delle dimissioni del Consigliere regionale Francesca Brianza, divenuta Assessore.

Alle elezioni regionali del 4 marzo 2018 Emanuele Monti è stato eletto consigliere regionale della Lombardia.

Aziende

Notizie sponsorizzate

Test delle intolleranze su 108 alimenti

Ritorna nella sede di Tradate e Castellanza del Centro Diagnostico San Nicola, fino al 29 febbraio 2020, la possibilità di effettuare il test delle intolleranze alimentari su 108 alimenti a tariffa speciale

Opinioni

Come siete strani voi che ci vedete

“Che senso ha un successo se non viene condiviso?”

Nella sua rubrica per VareseNews, Daniele Cassioli racconta come e perché è nata Real Eyes Sport, la sua nuova associazione che si occupa di far praticare sport ai bambini ciechi e ipovedenti

Emanuele Monti

Monti: “L’ Omalizumab non l’ha tagliato la Regione”

Il presidente della commissione sanità di Regione Lombardia replica alle critiche ricevute dai malati di orticaria cronica comune: “Il comitato scientifico dell’Agenzia del farmaco ha ritenuto che non ci sono evidenze scientifiche che il farmaco sia efficace oltre un primo ciclo di infusioni”