Silvestrini: “Discutiamo delle proposte, non dei formalismi”

Dopo che si è rotto il clima di discussione aperta tra maggioranza e opposizione, la candidata sindaca del centrosinistra chiede di non fermarsi allo scontro e discutere del merito

Margherita Silvestrini

«Non capisco da ieri sera alle 18, quando il presidente del consiglio Lozito mi ha contattata, cosa sia cambiato».

Margherita Silvestrini, candidata del centrosinistra, è quasi un po’ stupita della reazione venuta (martedì sera) dal centrodestra. Oggetto del contendere: il logo “Silvestrini sindaco” che compare sulle slide presentate dal centrosinistra, che la maggioranza ha interpretato come uno sgarbo istituzionale e una mossa elettorale.

Silvestrini obbietta citando la richiesta venuta telefonicamente da Lozito: «Martedì pomeriggio il presidente del Consiglio comunale mi ha inviato a partecipare alla conferenza capigruppo, avendo io presentato i documenti a nome di una coalizione. Purtroppo avevo già un impegno convocato e ho detto che avrei delegato Giovanni Pignataro e Sebastiano Nicosia, capogruppo di Pd e Città è Vita, le due forze presenti in consiglio comunale».

«Io penso sia importante discutere del documento, ho pensato di protocollarle proprio per discuterne insieme, anziché usarle per ragioni di consenso per la mia coalizione. Tra l’altro la commissione capigruppo è a porte chiuse, il documento viene visto solo dai consiglieri capigruppo. Se le proposte interessano se ne discuta, non ci si attacchi a formalismi. Anche arrivasse una proposta da un semplice cittadino, io la esaminerei»

Resta il “nodo” evocato dal centrodestra del logo “elettorale”… «Io il documento ormai l’ho protocollato così, non capisco cosa dovrei fare, non posso cancellarlo. Portava l’indicazione Silvestrini sindaco perché ci ha lavorato un gruppo più ampio di persone, non solo i partiti che sono in consiglio: non sarebbe stato giusto presentarlo solo a nome di Pd e Città è Vita. Mi pare più uno stratagemma strumentale per non discuterne. Se non vogliono discutere, lo dicono chiaramente».

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 24 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da GMT

    … in effetti un attacco così forte è solo indice di ricerca di visibilità, di coloro a cui vanno le congratulazioni per avere attestato che Margherita Silvestrini ha un insieme di persone che La sostiene, lavora per Lei, produce idee e ipotesi di intervento interessanti (per i maligni, presentate alla stampa qualche giorno fa) e, soprattutto, coloro che nell’essere contro a priori, Le hanno dato molta molta più visibilità!!
    … se FI è frustrata perchè inascoltata dalla Lega non si sfoghi così

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.