Varese, scontro in viale Ippodromo: “rider” ferito in modo grave

Il 36enne, in sella a un motorino, si è scontrato con una vettura nei pressi dell'Agenzia delle dogane ed è stato trasportato all'ospedale di Circolo in gravi condizioni

ambulanza automedica

Un 36enne è rimasto ferito in modo grave nella serata di martedì 22 febbraio in un incidente stradale avvenuto in viale Ippodromo, a Varese, nei pressi della ex palazzina APT, oggi sede dell’Ufficio delle Dogane.

L’uomo è un “rider”, ovvero un addetto che svolge consegne per la ristorazione a domicilio e lavora per uno dei marchi più noti di questo settore. Il suo motociclo si è scontrato in modo violento con una vettura condotta da una donna di 34 anni, a sua volta rimasta ferita e il giovane ha infranto il parabrezza dell’auto prima di ricadere pesantemente sull’asfalto.

Le due persone coinvolte sono state soccorse sul posto: il rider – le cui condizioni sono apparse subito gravi – è stato trasportato in codice rosso all’ospedale di Circolo di Varese. Sul luogo dell’incidente, oltre ai sanitari del 118, sono giunti gli uomini della Polizia Locale per effettuare i rilievi del caso.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.