Il presidente del ciclismo mondiale “benedice” il Trofeo Binda di Cittiglio

Le parole di David Lappartient confermano l'importanza della gara di Cittiglio che si disputa domenica 21 marzo: «Se il World Tour femminile cresce di valore lo deve anche a eventi come questo»

trofeo binda ciclismo cittiglio

Il conto alla rovescia è quasi giunto al termine a Cittiglio, sede del consueto grande appuntamento con il ciclismo femminile internazionale. Domenica 21 marzo si disputa la 22a edizione del Trofeo Binda, gara che vede al via la maggior parte delle più forti atlete al mondo (132 le iscritte per 22 squadre) e che è una delle due sole prove italiane inserite nel World Tour “rosa”, insieme alla Strade Bianche di Siena.

Un appuntamento che questa volte subirà notevoli limitazioni a causa dell’epidemia di Covid-19 e che per questo, purtroppo, sarà vietata al pubblico: non ci saranno quindi i tradizionali momenti di intrattenimento né nei giorni precedenti né durante la corsa, e anche le operazioni di partenza e arrivo saranno ridotte all’osso e aperte soltanto agli addetti ai lavori ammessi a entrare in una sorta di “bolla”. Un peccato, visto l’impegno degli organizzatori della Cycling Sport Promotion (CSP), ma d’altra parte – giustamente – questa condizione è attualmente l’unica che permette la disputa di una gara che già nel 2020 è stata cancellata per via dell’emergenza sanitaria.

A consolare gli “uomini in arancione” (il colore della CSP) guidati dal presidente Mario Minervino sono però arrivate le parole di sostegno di David Lappartient, ovvero del numero uno di tutto il ciclismo mondiale. Lappartient, francese di 47 anni, è dal 2017 il presidente della Unione Ciclistica Internazionale (UCI) che sovrintende a tutte le discipline a pedali a livello internazionale. «Il World Tour Femminile sta guadagnando forza e reputazione ogni anno, in gran parte grazie al supporto costante di eventi di alto livello come il Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio» ha detto a pochi giorni dalla prova varesotta.

david lappartient ciclismo presidente UCI
David Lappartient

«L’evento è davvero una “Classica” visto che la prima apparizione in calendario risale al 1974 (la 22a edizione si riferisce al “nuovo corso” delle gare cittigliesi iniziato nel ’99 ndr). Mario Minervino e il suo team hanno lavorato instancabilmente per promuovere un evento che oggi associamo a una qualità molto elevata. Quello di Cittiglio è un mini-festival del ciclismo femminile vista la disputa anche della gara per donne junior inserita nella Coppa delle Nazioni: l’ispirazione che le giovani riceveranno guardando le loro controparti élite nell’evento pomeridiano non ha prezzo».

Nel suo comunicato, Lappartient tiene a ringraziare gli enti locali che supportano l’organizzazione (quest’anno, per esempio, si partirà da Cocquio Trevisago per volere della amministrazione locale mentre la gara giovanile è intitolata alla Comunità Montana Valli del Verbano) ma anche sponsor, commissari di gara e volontari. «Vorrei estendere i miei sinceri ringraziamenti a tutti coloro che sono coinvolti nella promozione di queste gare, nonché nello sviluppo del ciclismo in generale e del ciclismo femminile in particolare. Ovviamente un grande merito va anche alla Federazione Ciclistica Italiana e al suo ex presidente Renato Di Rocco». Quest’ultimo è tuttora vice di Lappartient ad Aigle e ha da poco ceduto il testimone della FCI al nuovo presidente, Cordiano Dagnoni.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 18 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.