“Il 25 Aprile in Italia pace e democrazia sono rinate”

Alle celebrazioni nella tensostruttura dei Giardini Estensi hanno partecipato le autorità civili e i rappresentanti delle forze dell'ordine. Premiati 83 alunni delle scuole primarie di Varese. Nell'articolo i nomi di tutti i premiati

Generica 2020

«Il 25 aprile l’Italia della democrazia e della pace è potuta rinascere». Il discorso del professor Antonio Maria Orecchia, docente dell’Università dell’Insubria, in occasione dei festeggiamenti del 25 Aprile, ha messo al centro un tema delicato, quello della pacificazione del Paese. «Non si tratta di cercare un’impossibile memoria condivisa – ha detto Orecchia – perché non si possono annacquare un pezzo di storia e non fu la stessa cosa combattere per una causa o per l’altra».

Galleria fotografica

Le celebrazioni del 25 aprile in provincia di Varese 4 di 17

Il docente dell’Insubria ha richiamato il contributo di Norberto Bobbio sul tema della pacificazione, questione aperta da tempo in Italia e dalla quale scaturisce una sola certezza: nel ricordo si sopravvive alla morte. 

IL PREMIO AGLI STUDENTI

Il discorso del professor Orecchia ha sottolineato in più passaggi l’importanza dei valori  di pace e di democrazia di questa celebrazione, messaggio che ha accompagnato le premiazioni degli 83 alunni delle classi terze, quarte e quinte delle scuole primarie cittadine.
«Questo premio è stato istituito nel 1946 – ha spiegato il sindaco Davide Galimberti – dopo bombardamenti, distruzione, fame e miseria, tra i primi atti della nostra e altre città c’è stata l’intuizione di istituire un premio per le future generazioni che dovevano ricostruire il Paese, per la necessità di ricostituire anzitutto i valori civici di coesione e solidarietà, dopo aver passato anni terribili. Voi bambini che ricevete questo premio in questo anno difficile, avete il grande merito di aver aver saputo affrontare al meglio la terribile emergenza della pandemia».

Tra una sanificazione e l’altra sono saliti sul palco gli studenti delle scuole Baracca, Cairoli, Canetta, Carducci, Fermi Foscolo, Galilei, Garibaldi, IV novembre, Locatelli, Marconi, Mazzini, Medea, Morandi, Parini, Pascoli, Sacco, Settembrini, S.G. Bosco e Pascoli di Lozza.

Generica 2020

Alle celebrazioni del XXV Aprile a Varese, che si sono tenute nella tensostruttura dei Giardini Estensi, hanno partecipato: il sindaco Davide Galimberti, il prefetto Dario Caputo, il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, l’assessore ai Servizi educativi Rossella Dimaggio, il dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale di Varese Giuseppe Carcano, i rappresentanti delle forze dell’ordine, i parlamentari Alessandro Alfieri e Maria Chiara Gadda, il consigliere regionale Samuele Astuti, lo storico Enzo Rosario Laforgia, il consigliere comunaleSimone Longhini, il presidente dell’Anpi provinciale Ester De Tomasi, la presidente dell’associazione “Calogero Marrone” Margherita Giromini e la segretaria della Cgil Stefania Filetti.

TUTTI GLI ALUNNI PREMIATI

Scuola Baracca: Lorenzo Brighina, Chiara Pomo, Gabriele Sessa,

Scuola Cairoli: Melissa Bici, Elisabetta Kurysh, Samantha Mendoza

Scuola Canetta: Argi Furruku, Francesco Bianchi, Maria Vittoria Giola

Scuola Carducci: Marco Bizioli, Tommaso Campisi, Giorgia Colombo, Beatrice Cop, Anita Geronzi

Scuola Fermi: Sebastiano Belfiore, Sofia Filippi, Rachele Santinon

Scuola Foscolo: Luca Aulicino, Giovanni Caretti, Anna Macchi

Scuola Galilei: Fabio Croci, Than Hung De Benedictis, Rebecca Dozio, Alessandro Pitzalis

Scuola Garibaldi: Jacopo Cattoni, Enio Isa, Giulia Mattiani

Scuola IV Novembre: Vittoria D’Ercole, Alessandro Demontis, Emma Di Pascoli, Martina Guzzi, Mirko Ugo Lavieri, Valerio Montano, Thomas Sinatra

Scuola Locatelli: Elisa Bianchi, Gilmar Alexander Esposito, Sara Petacci

Scuola Marconi: Leonardo Cardani, Irene Gemiti, Mattia Oprandi, Chiara Pedrini, Alice Remelli

Scuola Mazzini: Martino Cagnola, Marian Elbahrawy, Enea Abdelbasset Abdelaim Keci, Alessandro Ochoa, Elisabetta Greco, Ronaldo  Vushaj

Scuola Medea: Sarah Laalaoui, Iris Giovanna Mascaro, Sofia Tescaro

Scuola Morandi: Giulia Bucco, Christian Dehiwalage, Emma Gervasini, Francesco Luongo, Giulia Mascetti, Pietro Perucco

Scuola Parini: Andrea Bosetti, Greta Gambitta, Amira Saad Elsayed Ahmed

Scuola Pascoli: Alessandro Ferrari, Federica Gandini, Giulia Gandini, Leonardo Pignatiello, Matilda Vanotto, Simona De Caro, Franco Verdicchio

Scuola Sacco: Diletta Spione, Mohammed Ehab Ebrahim Shaban Ahmed, Angelica Spano

Scuola Settembrini: Gioia Garavaglia, Martino Marazzi, Michele Zambelli

Scuola S. G. Bosco: Michele Zambelli, Alessandro Bottinelli, Giulia Gavioli, Arianna Grandinetti, Nadia Istrate, Fabio Tommasello, tutta la classe 3B

Scuola Pascoli di Lozza: Francesca Caravati, Emma Sciarrino, Giorgio Giuliano Gastaldi

Lottò per la Liberazione, fu imprigionata dai fascisti. La partigiana “Bruna” e il dovere di ricordare

 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 25 Aprile 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Le celebrazioni del 25 aprile in provincia di Varese 4 di 17

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.