L’aggressione a Milano mandò un ragazzo in coma, indagini anche su giovani di Varese

Sono sei le misure cautelari emesse dalla magistratura varesina per i fatti dello scorso 26 luglio quando un giovane venne ferito gravemente

Lavoro Capodanno

Pugni in faccia con una ragazzo in coma farmacologico in una serata come tante sotto l’Arco della pace a Milano  in zona Sempione.

Per quell’aggressione che era già stata oggetto di indagine da parte della polizia – due, minori individuati e denunciati – arrivano altre misure cautelari emesse dalla magistratura milanese.

Le persone raggiunte dalle ordinanze sono sei e si tratta di giovani, residenti nelle province di Milano, Varese, Monza e Piacenza, con l’accusa di aver aggredito altri ragazzi nella serata dello scorso 26 luglio.

La notte di fine luglio a Milano in piazza Sempione, in otto, di cui sei appena maggiorenni, avevano aggredito una comitiva di ragazzi che trascorreva la serata nei pressi dell’Arco della Pace, suscitando panico tra la gente.

Tra gli aggrediti anche un diciannovenne che era stato colpito da un violentissimo pugno al volto e che era rimasto in coma farmacologico diverse settimane, riportando lesioni gravi e una prognosi superiore ai 40 giorni.

I sei sono stati raggiunti da un’ordinanza chiesta dal Procuratore aggiunto di Milano Laura Pedio e dal Pm Francesca Crupi e, come ricostruito dalle indagini, avevano assistito, nelle ore precedenti, sempre nella zona della movida milanese, alle riprese del video di un giovane trapper emergente.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.