Via Milano più sicura, si completa l’intervento sul viale tra Cavaria e Jerago con Orago

L' intervento ha fatto tanto discutere per l’abbattimento degli alberi lungo la via. Dopo le polemiche, ora si completa in ogni caso il primo lotto. Gli altri due seguiranno nell'arco del 2022

Via Milano Jerago con Orago

Dopo un anno e più di polemiche infuocate, ora in via Milano a Jerago con Orago il cantiere di rinnovo della strada è ormai a buon punto: completati i marciapiedi e le nuove barriere di sicurezza sulla ferrovia, ora è il momento delle asfaltature.

«Il primo lotto della messa in sicurezza dell’accesso alla stazione e al centro di Orago è quello che si sta ultimando» spiega il sindaco Emilio Aliverti. «Un percorso protetto con nuovo marciapiede il rinnovo del manto stradale».

Questo intervento è quello centrale, su cui si è discusso tanto per l’abbattimento degli alberi lungo la via. La messa in sicurezza dell’area tra Jerago, Orago e la stazione di Cavaria comprende però anche altri due lotti, previsti nel 2022: «Il lotto 2 comprende l’allargamento dei marciapiedi sul ponte della ferrovia e la sistemazione degli “ingaggi”», vale a dire l’accesso dalle vie di accesso (verranno poi rifatte a norma le protezioni laterali, come già sulla via Milano). Il lotto 3 invece è «la sistemazione del marciapiede che porta dal ponte verso la piazza di Orago, lungo via Gioberti».

Interventi, quelli dei due lotti successivi, previsti nel 2022. «È già in corso la progettazione e l’interlocuzione con Rfi, perché il ponte è di loro proprietà». Questa fase rientrerà dunque nel bilancio 2022, «avendo avuto anche finanziamento integrale da Regione Lombardia con 710mila euro».

Via Milano Jerago con Orago

L’intervento su via Milano è sicuramente quello che più ha richiamato attenzione, ma non è certo l’unico capitolo dei lavori pubblici: tra gli altri interventi previsti ci sono una serie di lavori sul cimitero di Jerago, la sistemazione della villa comunale, la nuova sala civica e in prospettiva i lavori di riqualificazione di viale Rejna, altro progetto che ha animato la discussione con le opposizioni, in particolare il centrodestra “alternativo” di Gente di Jerago.

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 30 Luglio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.