Malpensa, scade la cassa di Air Italy: “Mantenere competenze dei lavoratori”

Dopo il 31 dicembre i lavoratori vanno verso il licenziamento. Al convegno Uiltrasporti, il segretario Claudio Tarlazzi guardia alla salvaguardia delle professionalità e a un meccanismo incentivante per reinserirli

Il 31 dicembre scade la cassa integrazione per i lavoratori Air Italy, complice la chiusura dell’azienda in liquidazione, e si va verso il licenziamento.

Per la Uiltrasporti, in convegno a Vizzola Ticino a Malpensa, è necessario ora cambiare approccio e guardare al riutilizzo. «Abbiamo chiesto la costituzione di un bacino dove far transitare queste persone e dare loro una prospettiva» dice Claudio Tarlazzi, segretario nazionale della Uiltrasporti.

Un bacino che deve essere «alimentato con risorse pubbliche, perché i lavoratori possano mantenere le abilitazioni e le certificazioni per consentire loro di tornare a lavorare quando il mercato lo richiederà. Ma servono anche misure di politiche economiche per incentivare le aziende che assumeranno queste persone, con vantaggi fiscali e contributivi».

Una prospettiva per ora esclusa a livello governativo.
Secondo Tarlazzi è la spia di un’assenza di politica industriale sull’asset costituito dal trasporto aereo, che sta vedendo una larga crisi di tutti i vettori italiani (anche prima della pandemia, come mostrano i casi a Malpensa di Ernest e la stessa Air Italy, crisi innescate a cavallo tra 2020 e 2021).

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 20 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.