Come fare l’albero di Natale? Il tutorial passo passo di Agricola Home&Garden

Il weekend dell’Immacolata è il momento perfetto per fare l’albero di Natale e decorare le proprie case per celebrare le feste imminenti

Come si fa un albero di Natale a regola d’arte? Cominciamo dalle basi e scopriamo insieme a Cecilia come rendere realistico un albero, quali luci natalizie scegliere e come disporle sull’albero e come procedere con l’installazione delle decorazioni natalizie appendibili.

LA SCELTA DELL’ALBERO
Le dimensioni dell’albero di Natale
Se desiderate che l’albero di Natale diventi protagonista delle vostre case da qui all’Epifania, dovete tenere da conto che sia ben proporzionato all’interno del suo contesto. Un albero troppo piccolo potrebbe “sparire” all’interno della stanza mentre, al contrario, un albero eccessivamente grosso potrebbe risultare invadente e alla lunga dare noia.
L’ideale sarebbe quello di scegliere un albero che sia proporzionato all’altezza del soffitto tenendo da conto anche l’ingombro di un eventuale puntale. Si potrebbe dire, a grandi linee, di tenere circa due spanne di distanza dal puntale al soffitto. Per quanto riguarda la base, invece, è possibile scegliere tra alberi più tradizionali che di solito partono dal metro di circonferenza a quelli più sottili che vengono definiti slim.

Albero vero o finto?
Se acquistate un albero vero in un garden center avrete la certezza della loro provenienza. Gli abeti veri venduti in Agricola, per esempio, sono tutti alberi che vengono coltivati in terreni appositamente dedicati all’attività vivaistica, da aziende agricole: non vengono presi dai boschi, ma normalmente coltivati come una qualsiasi pianta da vivaio ornamentale o da fiore. Finita la loro stagione possono essere piantati in giardino oppure smaltiti nel compost senza inquinare.
Se invece stai cercando un albero di Natale artificiale è bene sapere quanto sia importante scegliere un buon albero di qualità rispetto ad un’alternativa più economica. Perché? Un albero di qualità viene realizzato con i migliori materiali destinati a durare nel tempo. Per questo investire sulla qualità di un albero artificiale può essere un’opzione sostenibile. Acquistare un albero che durerà a lungo, riduce l’impatto sull’ambiente interrompendo il ciclo di prodotti usa&getta che non durano più di qualche stagione. Gli alberi venduti in Agricola, per esempio, sono garantiti per 12 anni! Questo, a testimonianza di quanto crediamo nella qualità e nella resistenza di quello che non è solo un albero finto, ma sarà il protagonista assoluto delle nostre case addobbate a festa per molti anni.

LA SCELTA DELLE LUCI
Quante e quali luci scegliere per farlo splendere?
Per comprendere quante luci decorative sono necessarie per far splendere il nostro albero di natale dobbiamo prendere in considerazione alcuni fattori come l’altezza dell’albero, il diametro e ovviamente il tipo di effetto che vorremmo ottenere.
Se per esempio abbiamo anche delle vecchie luci ad incandescenza a cui siamo molto affezionati, è bene sapere che forse è il momento giusto per mandarle in pensione a favore di nuove luci a LED, questo perché rendono di più e consumano di meno. Generalmente, per ogni metro di albero bisognerebbe usare circa 400 lampadine tradizionali, ma un centinaio in meno se sostituite con catene a LED.

LUCI DI NATALE E CONSUMO ENERGETICO
QUANTO COSTA TENERE ACCESO PER UN MESE L’ALBERO DI NATALE? TENERE ACCESO UN ALBERO DI NATALE PER 30 GIORNI PER 8 ORE AL GIORNO COSTA MENO DI UN EURO! [APPROFONDISCI…]

Anche la distribuzione delle stesse fa molto la differenza, possiamo infatti partire dal basso e avvolgere l’albero (e persino ogni ramo) a spirale con tante piccole luci, oppure decorarlo facendo cadere dalla punta tante catene con luci più grosse e rade. Una volta determinate queste cose, diamo inizio all’aspetto più magico!

Quale atmosfera vogliamo creare?
Calda e tradizionale, fredda e nordica o colorata e divertente? Luci bianche calde, fredde o caldissime. Luci colorate con mille e diverse velocità e giochi… Le possibilità sono infinite e non esiste una vera e propria formula se non quella dettata da proprio gusto!

Come si mettono gli addobbi sull’albero?
Dopo aver posizionato le luci “cavo verde” lungo i rami e quelle decorative sulla parte più esterna, è tempo di procedere con gli addobbi per l’albero che andranno divisi per dimensione e poi posizionati secondo alcune regole.
Mai in file regolari! Cercate di riprodurre un’apparente casualità e cominciate dal basso con le decorazioni più grosse per poi andare a scalare mano a mano che si sale verso il puntale. Buon divertimento!
Il tocco di classe? Un bel copribase abbinato per nascondere il vaso (se avete scelto un albero vero) o la base di appoggio. Ora non resta che circondarlo con tutti quei pacchetti regalo che andranno scartati la mattina del 25 dicembre!

Erika La Rosa
erika@varesenews.it

 

Ascolto le storie del mondo per conoscere il passato, vivere il presente e sognare il futuro. Scrivo per condividere le emozioni con il lettore che per me è il vero protagonista.

Pubblicato il 10 Dicembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.