Concessionaria Crenna di Gorla, cinquant’anni dopo i dipendenti si ritrovano

La concessionaria di auto Mario Crenna è stata un'istituzione dell'automotive in valle Olona: cinquant'anni dopo l'inaugurazione del primo salone gran parte dei dipendenti si è ritrovata per una serata ricca di ricordi e nostalgia

Concessionaria Crenna, cinquant'anni dopo la reunion

Ci è voluto un attimo affinché l’atmosfera tornasse quella di decenni fa. I volti con qualche ruga e i capelli un po’ più bianchi non hanno impedito ai dipendenti e ai vecchi titolari della concessionaria Mario Crenna di riconoscersi e riabbracciarsi con un sorriso.

Galleria fotografica

Concessionaria Crenna, cinquant’anni dopo la reunion 4 di 7

Cinquant’anni fa l’inaugurazione del primo autosalone, in via Roma a Gorla Minore, dove adesso si trova la farmacia in centro paese: Mario Crenna investì passione e impegno in una attività che sarebbe diventata un punto di riferimento nell’automotive locale. E non solo.

Un’ azienda di famiglia

Quando inaugurò la sua prima rivendita di auto, i suoi figli erano solo dei bambini: ci sono vecchie foto in bianco e nero che li ritraggono giocare in officina. Non sapevano Pietro e Guido – quei marmocchietti divertiti dalla possibilità di passare del tempo accanto al papà che lavorava – che quell’azienda sarebbe diventata anche la loro vita.

Concessionaria Crenna, cinquant'anni dopo la reunion
Due giovanissimi Pietro e Guido Crenna nell’autosalone di loro padre Mario

Insieme alla sorella Antonella, infatti, la concessionaria di auto ha rappresentato la loro occupazione principale e con mansioni diverse, ciascuno ne ha determinato la crescita, prima accanto a papà Mario, in seguito – dopo la sua scomparsa nel 1999 – al timone.
Le altre due donne di casa hanno anch’esse contribuito al successo di questa azienda storica, mamma Michelina, supportando i suoi cari, e la sorella Mariangela, che ha incoraggiato i figli a lavorare nell’attività di famiglia, il giovane Mirko per un periodo e Eugenio per tanti anni, restando ancora oggi nel campo dell’automotive.

Le tre sedi in valle Olona

Una lunga storia, dunque, che ha coinvolto la totalità della famiglia Crenna e decine di dipendenti che si sono succeduti nelle tre sedi della concessionaria.

La prima, in via Roma a Gorla Minore dal 1974 al 1991, seguita dalla parantesi a Gorla Maggiore in viale Europa fino al 1999, dopo la quale si arrivò all’ultima e desiderata nuova grande sede, in via Raffaello a Gorla Minore, dove l’azienda restò in mano alla famiglia Crenna fino al 2006.

Dopo il 2006 la società fu ceduta alla Roar inizialmente e poi al Gruppo Malvestiti.

Ma è al percorso fatto sotto la famiglia Crenna che la memoria di tante persone ancora attinge, ricordando quando oltre alla professionalità, i clienti potessero trovare volti fidati e un gruppo di lavoro accomunato dalla voglia di far bene e offrire servizi di qualità.
Doti portati avanti anche negli anni successivi, sotto un altro management, ma con operai e impiegati rimasti a perpetuare il loro know how, nella vendita, riparazione e manutenzione di auto.
A garantire che si mantenesse lo stesso passo, il responsabile commerciale che seguì il passaggio a Roar, Stefano Garavaglia, venuto a mancare nel 2018, ma rimasto nel cuore di tutti. Il suo nome è tornato più volte durante la reunion, così come quello di Mario Oteri e Gino Scotto, altri storici dipendenti scomparsi.

Un incontro cinquant’anni dopo l’inaugurazione della prima sede

Concessionaria Crenna, cinquant'anni dopo la reunion
La reunion ricca di emozione dei vecchi dipendenti Crenna

Di tutto questo e molto di più si è parlato in una serata amarcord organizzata venerdì 1 marzo, quando Guido, Pietro e Antonella si sono riuniti a decine di vecchi dipendenti.
Fra risate e mille “ti ricordi” il tempo sembrava tornato a quando ci si incontrava nel salone di auto al mattino, pronti a mettersi a lavorare.

«L’idea è partita da Mirko, uno storico venditore, che in una telefonata ricca di nostalgia ha buttato lì l’idea di una reunion. E tutto ha preso vita – confida Antonella Crenna – la serata è stata emozionante e mi ha permesso di sentire come ciascun dipendente abbia lasciato un’impronta in noi, ma anche noi abbiamo lasciato un’impronta in chi ha lavorato nella nostra azienda di famiglia».

Concessionaria Crenna, cinquant'anni dopo la reunion
Guido, Pietro e Antonella Crenna, insieme al nipote Eugenio, rimasto nel settore dell’automotive

Dello stesso avviso il fratello Guido:«In questa serata ho rirovato i colleghi più anziani, della prima sede, insieme agli ultimi assunti. È stato emozionante e davvero ciascuno mi ha fatto venire gli occhi lucidi». A Pietro Crenna, infine, è sembrato il tempo non sia affatto passato: «Ho ritrovato i medesimi sorrisi di decenni fa, la gente che conoscevo allora non è cambiata nonostante i capelli grigi ed è stata una gioia riabbracciarsi: davvero grazie a tutti».

Concessionaria Crenna, cinquant'anni dopo la reunion
L’ultima sede della Concessionaria Crenna, in via Raffaello a Gorla Minore

Ci sono aziende che rappresentano molto di più che una semplice attività lavorativa: la famiglia Crenna ha potuto sentire il frutto del lavoro di papà Mario in una serata di ricordi e nostalgia.

«È una conferma di ciò che ha rappresentato la Storia della Mario Crenna per noi e per tutti» ha chiosato Antonella, piena di emozione.

Santina Buscemi
santina.buscemi@gmail.com

Amo raccontar dei paesini, dove la differenza la fanno le persone comuni che si impegnano in piccole associazioni. È di loro che scrivo..e mi emoziono sempre un po'. Anche questo è VareseNews.

Pubblicato il 04 Marzo 2024
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Concessionaria Crenna, cinquant’anni dopo la reunion 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.