Sul Lago Maggiore “l’edizione zero” della Veleggiata Rosa

Le iniziative di UISP per le donne non finiscono con l'8 marzo. Domenica 24 da Angera sono salpate due imbarcazioni di Velagranda per una nuova iniziativa che diventerà ufficiale nel 2025

veleggiata rosa uisp 2024

Uisp ha ideato e proposto anche quest’anno la Corsa Rosa, gli amici del Club Velico Velagranda hanno partecipato, e questa iniziativa è una sua continuazione. Nasce così la Veleggiata Rosa, manifestazione che prenderà ufficialmente il via dall’anno prossimo, e che rappresenta il sequel della Corsa Rosa.

Alla edizione zero di domenica 24 marzo ha partecipato come equipaggio la “quota rosa” del comitato Uisp Varese, con le insegnanti di diverse discipline sportive (gag, pilates, ginnastica dolce per anziani, danza del ventre, danza hawaiana) Sara Giusti, Alessia Donisi, Britta Schulze, Ileana Maccari, che si sono divertite a timonare e a prendere confidenza con cime e vele. Tutte, ovviamente, indossavano la maglia rosa di Uisp.

Due le imbarcazioni salpate da Angera: la Quadrifoglio con gli armatori Flavio e Zaira e la VentoSolare con gli armatori Giovanni e Dante, tutti soci di Velagranda. «Ci sembrava giusto organizzare una manifestazione con la barca a vela anche per dare rilievo all’iniziativa della Uisp e per dare un ulteriore segnale per i diritti delle donne, soprattutto in questo periodo in cui vanno tutelate in primis. La festa delle donne è tutti i giorni, ma viene festeggiata in modo particolare nel mese di marzo e queste iniziative sono utili per ricordarlo» spiega Pierluigi Mascetti, presidente del Club Velagranda e Consigliere della Uisp di Varese, che continua: «Questa è la veleggiata “numero zero”, un’idea nata al Velagranda per dare ulteriore risalto e continuità alla Corsa Rosa e creare un nuovo momento di riflessione sui diritti della donna, veleggiando, anche per diffondere la passione e l’amore per la vela. Uisp, infatti, è sport per tutti».

Un’esperienza pilota che verrà riproposta ed ampliata, con l’obiettivo di coinvolgere più barche e più circoli velici della provincia di Varese al fine di poter aumentare il numero degli “equipaggi in rosa” da trasportare.
L’avvocato Raffaella Fusco, come socia di Velagranda, sottolinea l’importanza di queste iniziative, ricordando che «i diritti di tutti ed in particolare quelli delle donne devono essere tutelati sempre anche da un punto di vista legislativo, ed infatti negli ultimi anni sono state promulgate ed attuate molte riforme per la tutela dell’incolumità della donna e dei suoi diritti, è un tema sociale molto importante in questo  particolare momento storico».

La Veleggiata Rosa dà quindi appuntamento al prossimo anno! E chi volesse ricevere maggiori informazioni sui corsi e sulle attività di Velagranda potrà sia consultare il sito www.velagranda.it che rivolgersi direttamente alla sede di Via G. Amendola 11 Masnago – Varese ogni martedì sera a partire dalle 21.00 dove sarà il benvenuto, oppure contattare il Club via email info@velagranda.it

SPECIALE UISP – Tutti gli articoli su VareseNews

di
Pubblicato il 27 Marzo 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.