Lo spavento, gli spintoni: rapina in villa sabato notte a Induno Olona

I residenti, presenti in casa, aggrediti e strattonati. Malviventi travisati forse entrati in casa per un furto: non avevano armi. Sulla vicenda indagano i carabinieri del nucleo Operativo della Compagnia di Varese

rapina

Rapina in villa nella tarda serata fra sabato e domenica, con gli occupanti strattonati e minacciati per arrivare al bottino, non ancora quantificato. Ha ancora i contorni tutti da delineare il grave fatto di cronaca avvenuto in una villa di Induno Olona. La notizia ha cominciato a trapelare nella mattina di lunedì, a 24 ore da i fatti avvenuti nella cittadina alle porte di Varese.

La rapina avvenuta in città a notte quasi inoltrata sembra non aver avuto gravi conseguenze sulle persone all’interno dell’abitazione. La dinamica è al vaglio nel nucleo Operativo della Compagnia di Varese, e le ipotesi sono di fatto due. La prima, e più accreditata, riguarderebbe l’ingresso di malviventi a notte inoltrata per un furto, forse con la convinzione di poter riuscire ad arrivare al bottino, e magari con la consapevolezza della presenza di persone in casa già andate a dormire, fatto poi degenerato in rapina.

Oppure, l’altro scenario riguarderebbe il colpo rapido, senza troppi convenevoli, con l’uso della violenza e la certezza di non essere visti da perte dei malviventi erano travisati e non sembra siano stati riconosciuti dagli occupanti dell’abitazione, persone dall’età avanzata. Tutti particolari su cui stanno lavorando gli investigatori che hanno operato i rilievi di rito sul posto.

A parte gli strascichi psicologici per quanto avvenuto, e che non sono poca cosa a causa dello stato di shock da chiunque patito per trovarsi la visita inaspettata e violenta di estranei in casa, la vicenda non sembra avere avuto conseguenze fisiche importanti sui residenti presi di mira dai rapinatori: solo qualche contusione dovuta allo strattonamento dovuto al contatto fisico con gli assalitori. Dalle prime e sommarie informazioni raccolte sul fatto non sembra che i rapinatori fossero armati.

Andrea Camurani
andrea.camurani@varesenews.it

Un giornale è come un amico, non sempre sei tu a sceglierlo ma una volta che c’è ti sarà fedele. Ogni giorno leali verso le idee di tutti, sostenete il nostro lavoro.

Pubblicato il 22 Aprile 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.