Schianto nella notte, due mezzi distrutti a Tronzano Lago Maggiore

Primi soccorsi sul posto con automedica e ambulanza di Padana emergenza. Tra le cause dell’incidente sono probabili la velocità, o un colpo di sonno

incidente Tronzano Lago Maggiore

Un uomo che viaggiava sulla sua auto in direzione Luino è uscito di strada questa notte intorno all’1:30 lungo la strada statale 394 all’altezza di Tronzano Lago Maggiore.

Galleria fotografica

Schianto a Tronzano Lago Maggiore 4 di 18

L’incidente è avvenuto in località Poggio e dalla prima ricostruzione sembra che l’uomo ha alla guida della sua auto abbia perso il controllo del mezzo finendo contro un furgone parcheggiato a bordo strada, distruggendolo.

Ingenti i danni a entrambi i veicoli, anche se dopo l’arrivo dei primi soccorsi giusti sul posto con automedica e ambulanza di Padana emergenza, hanno constatato che l’uomo di 44 anni era già uscito dal suo veicolo ed era in buone condizioni.

Sul posto anche i carabinieri della stazione di Castelveccana per i rilievi di rito. Tra le cause dell’incidente sono probabili la velocità, o un colpo di sonno.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 11 Aprile 2024
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Schianto a Tronzano Lago Maggiore 4 di 18

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.