Kit per la regolarizzazione ancora esauriti

Dopo l'assalto di sabato scorso mancano ancora i moduli. La prefettura spiega come e quando presentarle

Doveva essere una settimana tranquilla per trovare i kit per la regolarizzazione dei lavoratori stranieri, dopo l’assalto agli uffici postali del 18 febbraio scorso, primo giorno utile per il ritiro. La situazione, però, non è migliorata. Un cartello scritto a penna è stato appeso all’entrata principale dei container dove è temporaneamente "parcheggiata" la posta centrale di Varese. La scritta riportava: "kit esauriti". La scarsa quantità di moduli, dunque, continua a creare disagi e false aspettative tra gli immigrati. Martedì i kit dovevano essere consegnati alle associazioni, ma non sono state rispettate le richieste. «Avevamo richiesto 200 moduli – spiega Martine Illgen dell’Anolf – ma ce ne hanno consegnati solo 39. Non sappiamo come fare a soddisfare la domanda, molta gente non ha ancora il modulo e si fa prendere dal panico».

Nel frattempo la prefettura di Varese ha comunicato le modalità di presentazione della domanda di regolarizzazione contenuta nel kit. Innanzitutto bisogna aspettare la pubblicazione del decreto di programmazione dei flussi 2006, solo a partire da quel momento si potranno presentare agli uffici postali abilitati all’accettazione delle domande, che saranno registrate attraverso un sistema di rilevazione elettronico che certifica la data e l’orario di accettazione. Tutte le domande presentate prima di questo termine non saranno prese in considerazione. Una volta accettate saranno inviate ai servizi centrali delle poste italiane che, dopo aver effettuato la scansione del codice della domanda le invierà al centro elaborazione dati del ministero dell’Interno, per la successiva trasmissione telematica agli sportelli unici.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.