La Lipu e l’appuntamento con la migrazione autunnale

Torna l’european birdwatch: agricoltura intensiva, deforestazione, caccia illegale: ecco le minacce denunciate dalla campagna internazionale “Born to travel”

Le Oasi e le Riserve LIPU e le sezioni LIPU organizzano il 3 e 4 ottobre 2009 la nuova edizione dell’”EuroBirdwatch”, l’evento ideato da BirdLife International e dedicato all’osservazione degli uccelli in migrazione, che a milioni lasceranno l’Europa nelle prossime settimane diretti verso l’Africa.
L’evento, che si tiene in 30 Paesi europei a cura delle associazioni partner di BirdLife, si tiene nell’ambito della campagna internazionale “Born to travel”, lanciata nella primavera del 2009 e dedicata alla tutela delle rotte di migrazione tra Europa e Africa. Numerose sono le minacce che gravano sugli uccelli durante gli spostamenti da un continente all’altro, tra le quali spiccano l’agricoltura intensiva in Europa, la deforestazione in Africa e la caccia illegale nel Mediterraneo.
In occasione dell’EuroBirdwatch del 3 e 4 ottobre, la LIPU metterà a disposizione del pubblico, delle scuole e degli amanti della natura le proprie Oasi e Riserve, paradisi della biodiversità e luoghi ideali per immergersi nella natura e osservare gli uccelli.
Grazie alle numerose delegazioni presenti sul territorio, l’associazione organizzerà inoltre eventi in aree importanti in Italia per il birdwatching, quali parchi, riserve, zone umide e costiere, fra le quali numerose ZPS (Zone protezione speciale) e le IBA (aree importanti per gli uccelli).
L’Eurobirdwatch offre la possibilità di conoscere alcune tra le oltre 250 specie di uccelli visibili nel nostro Paese e di contribuire direttamente a un grande censimento europeo degli uccelli migratori, che verrà realizzato direttamente dai partecipanti il 3 e 4 ottobre. Tra le specie più facili da osservare, per fare qualche esempio, troviamo il Cormorano, il Tarabuso, la Garzetta, l’Airone cenerino alla Riserva Naturale – Oasi LIPU Palude Brabbia (VA); il Fringuello, il Merlo, il Tordo bottaccio, il Pettirosso e il Luì piccolo nell’Oasi LIPU Cesano Maderno (MI); la Volpoca, il Fischione e il Cavaliere d’Italia alle saline di Margherita di Savoia (FG); l’Airone rosso, la Spatola, il Mignattaio, il Chiurlo maggiore e il Chiurlo Piccolo alle riserve siciliane Saline di Priolo e in quella di Vendicari e inoltre nei Pantani della Sicilia Sud-orientale.
EVENTI SPECIALI – In occasione di questo fine settimana dedicato al birdwatching si terrà sabato 3 Ottobre l’inaugurazione dell’Oasi LIPU Arcola, con il Parco Montemarcello-Magra e in collaborazione con la Regione Liguria, la Provincia della Spezia e il Comune di Arcola.La manifestazione avrà inizio alle ore 10,00 con il saluto delle autorità e proseguirà con le visite guidate con le scuole di Arcola e il pubblico presente (per informazioni oasi.arcola@lipu.it).
Per informazioni sull’EuroBirdwatch LIPU è possibile telefonare al n. 0521.273043 (e-mail: info@lipu.it) o visitare il programma dell’iniziativa nel sito www.lipu.it.
Per informazioni sull’Eurobirdwatch in Europa e la campagna “Born to travel” si può consultare il sito www.borntotravelcampaign.com.    
A livello europeo, l’Eurobirdwatch 2008, condotto dalle 30 associazioni aderenti a BirdLife International, compresa la LIPU, ha visto la partecipazione di 30mila persone per un totale di 2.700 eventi dedicati al birdwatching e 2,2 milioni di uccelli osservati. Le specie più viste in Europa sono state lo Storno, la Folaga e il Fringuello. Il Paese che ha organizzato più eventi e con più partecipanti è stato la Russia (1.719 eventi e 10.833 partecipanti), mentre il Paese che ha osservato più uccelli è stato l’Olanda, con 584mila esemplari.
23 settembre 2009

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.