Al via i corsi di italiano per stranieri

"Un servizio per favorire l’integrazione”. Intanto il Comune cerca insegnanti volontari

Al via i corsi di italiano per stranieri, organizzati dall’assessorato alla Cultura, Pubblica Istruzione e Pari Opportunità e dalla Pubblica Istituzione Cardano in base ad una convenzione recentemente rinnovata con il “Centro territoriale per l’istruzione e la formazione in età adulta” (centro EDA) della scuola media statale “Ponti-Padre Lega” di Gallarate.
Il primo corso inizierà martedì 10 novembre e sarà aperto ai cittadini stranieri con due lezioni settimanali il martedì e il giovedì dalle 19 alle 20.30 presso i locali dell’ex scuola elementare Pascoli di via 25 Aprile. E’ un’opportunità che viene offerta ai cittadini extracomunitari che vivono a Cardano per imparare non solo la lingua italiana ma anche le regole di base non scritte della vita sociale, gli usi e le consuetudini della comunità che chi arriva da un Paese straniero ancora non conosce. «E’ un presidio che prosegue da diversi anni – sottolinea l’assessore alla Cultura, Pubblica Istruzione e Pari Opportunità Laura Prati – è un punto di riferimento per l’integrazione di queste persone nella nostra comunità. Conoscere e migliorare la comprensione della lingua italiana ma anche i rudimenti dell’alfabetizzazione sociale è il primo passaggio per superare le incomprensioni tra le diverse culture e costruire una vera integrazione».
Il secondo corso verrà dedicato appositamente alle mamme straniere e si terrà una volta alla settimana al mattino presso i locali dell’ex scuola elementare Pascoli di via 25 Aprile.
«E’ una scelta mirata – spiega l’assessore Laura Prati – le madri di famiglia straniere sono mediamente meno alfabetizzate anche nei rispettivi Paesi d’origine e quando si trasferiscono in Italia, non avendo nella maggiorparte dei casi un lavoro, sono i soggetti più a rischio isolamento e la cui integrazione è più difficoltosa, proprio a partire dall’ostacolo della lingua. E’ una fascia di cittadine spesso “invisibili”, chiuse in casa e poco propense alle relazioni sociali, quindi con poche occasioni di imparare la nostra lingua: è proprio da qui che può partire l’integrazione nella vita sociale, anche solo dai colloqui con le insegnanti dei loro figli, e magari anche una qualche forma di indipendenza economica».
Entrambi i corsi sono ad accesso libero e gratuito.
In concomitanza con l’avvio dei corsi il Comune di Cardano al Campo rinnova l’invito ai cittadini cardanesi a contribuire a questa iniziativa come insegnanti volontari per far fronte al numero sempre crescente di iscritti ai corsi di italiano per stranieri. L’amministrazione cerca studenti universitari o ex insegnanti in pensione che vogliano mettere a disposizione qualche ora del loro tempo libero per contribuire fattivamente e concretamente all’importante opera di integrazione dei cittadini stranieri all’interno della nostra comunità. «E’ un’azione di volontariato nel senso più alto e nobile del termine – sottolinea l’assessore Prati – l’impegno dei volontari può essere fondamentale per accompagnare i cittadini stranieri nel delicato percorso dell’integrazione. Nel frattempo ringraziamo i volontari che in questi anni con impegno e abnegazione hanno dato la loro disponibilità in questi anni ad aiutarci nel portare avanti questo importante servizio di carattere sociale».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.