Raccolta differenziata, la provincia è tra le prime della Lombardia

Dal report 2008 emerge che i valori della raccolta differenziata aumentano: nel 2008 è stata pari al 57,2 per cento, contro la media nazionale del 27 per cento. Marsico: «non vi è la necessità di un altro impianto di smaltimento»

Dal report 2008 emerge che i valori della raccolta differenziata in provincia di Varese aumentano: nel 2008 è stata pari al 57,2 per cento, contro la media nazionale del 27 per centoL’obiettivo del 65 per cento di differenziata, da raggiungere nel 2012 è ora più vicino. La media provinciale nello scorso anno è stata del 57,2 per cento, un risultato che fa della provincia di Varese la terza in Lombardia, attestandola anche nelle prime posizioni a livello nazionale.
Dal report 2008 emerge che i valori della raccolta differenziata aumentano contribuendo così a far scendere i dati inerenti all’indifferenziato smaltito in discarica o nei termovalorizzatori.
«Questo strumento è la fedele fotografia della politica dei rifiuti nella nostra provincia – ha dichiarato l’assessore alla Tutela ambientale, ecologia ed energia Luca Marsico – e il risultato raggiunto acquista ancor più valore se si pensa che la media nazionale è del 27 per cento. La nostra è una provincia virtuosa per quanto riguarda la differenziata, tanto che non vi è la necessità di un altro impianto di smaltimento».
Sono stati anche premiati i tre Comuni più virtuosi: Ranco, Brezzo di Bedero e Brebbia per la miglior gestione complessiva e Tradate per l’ottimo risultato ottenuto in modo particolare nella riduzione dei rifiuti.
Soddisfatto dell’obiettivo ormai a portata di mano il presidente Dario Galli, che ha lanciato una nuova sfida: «Ora puntiamo a compiere un ulteriore salto di qualità: dobbiamo rendere omogeneo il sistema di raccolta differenziata seguendo l’esempio dei migliori. Oggi nella nostra provincia ci sono modelli differenti e sono convinto che la modalità, al pari della sensibilità sull’argomento, sia determinante».
Questi dati confortanti vanno in parallelo con le previsioni del Piano Provinciale Rifiuti, la cui versione finale è attualmente in fase di Vas (Valutazione Ambientale Strategica) prima dell’approvazione finale. Il piano, così come la legislazione nazionale, prevede il raggiungimento del 65 percento di raccolta differenziata entro il 2012; obiettivo ambizioso ma raggiungibile, considerando il fatto che già 42 Comuni su 141 hanno già superato questo obiettivo nel 2008. Tra questi “Comuni Ricicloni” spiccano come di consueto Cassano Magnago (73,5 percento) ma anche Ranco, Castelseprio e Ispra sopra al 70 per cento, e tra le grandi città Saronno al 66,3 per cento.
Questi i numeri salienti che emergono dall’annuale rapporto sulla gestione dei rifiuti urbani, strumento redatto dal Settore Ecologia ed Energia della Provincia di Varese – Osservatorio provinciale rifiuti, che come di consueto viene distribuito in questi giorni a tutti i Comuni nei supporti cartaceo e Cd, oltre ad essere disponibile sul sito della Provincia.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.