Università dellInsubria, ecco cosa cambia

La facoltà di scienze di Varese disattiverà tre corsi. Invariata giurisprudenza e medicina. Tutte le novità

Il Senato Accademico dell’Università degli Studi dell’Insubria ha deliberato l’adeguamento dell’offerta didattica ai requisiti di legge ottemperando così al decreto ministeriale 270/2004.
La delibera, fanno sapere dall’università, assunta all’unanimità con sole due astensioni, si è ispirata ai criteri della “razionalizzazione e impiego ottimale delle risorse didattiche”.
L’adeguamento ha comportato ristrutturazione e modifica di alcuni corsi.
Ecco le novità:
L’offerta didattica della Facoltà di Giurisprudenza resta invariata. I Corsi di Laurea triennale in Economia e Amministrazione delle Imprese, aventi sede in Como e Varese, vengono ristrutturati in entrambe le sedi nei corsi di Economia e Management.
Vengono previste le Lauree Specialistiche in Imprenditoria e Management Internazionale, in Economia e Diritto di Impresa e in Economia Industriale e Innovazione, le ultime due di nuova istituzione. Nessuna innovazione per quanto concerne l’offerta didattica della Facoltà di Medicina e Chirurgia.
Gli aspetti più innovativi concernono le due Facoltà di Scienze che devono rinunziare ad alcuni Corsi e impostarne altri in cooperazione interfacoltà da svolgersi su entrambe le sedi. La Facoltà di Scienze di Varese disattiverà tre Corsi, rispettivamente Analisi e Gestione di Risorse Naturali, Biologia Sanitaria e Biotecnologie. La Facoltà di Scienze di Como disattiverà Scienze e Tecnologie dell’Informazione e Scienze dei Beni e delle Attività Culturali.
Dalla cooperazione delle due facoltà si attiveranno in entrambe le sedi il Corso Triennale di Scienze della Comunicazione e il Corso Triennale in Scienze dell’Ambiente e della Natura.
Restano confermati in Como i Corsi triennali in Fisica, Matematica, Chimica e Chimica Industriale e le Lauree Specialistiche in Scienze Ambientali, Fisica, Matematica e Chimica.
Restano confermati in Varese i Corsi triennali in Informatica, Scienze e Tecnologie Biologiche, ingegneria per la Sicurezza sul Lavoro e Ambiente, attivata in interfacoltà con la Facoltà di Medicina, e i Corsi di Laurea Specialistica in Biomedica, Informatica Scienze Ecologiche, Biotecnologie molecolari e industriali e Scienze e Tecniche della Comunicazione.
E’ stato così compiuto un disegno che, pur con alcune limitate rinunzie, gravanti significativamente su entrambe le sedi, consegue un’opera di accorpamento e trasformazione tale da mantenere consistenza e qualificazione dell’offerta formativa.
In corrispondenza e attuazione della ristrutturazione dei CdL, il Senato, a larga maggioranza, ha disposto alcuni trasferimenti di docenti tra le due sedi, in modo da concentrare in Como risorse per i Corsi di Scienze dell’Ambiente e della Natura e di Scienze della Comunicazione, concentrando invece in Varese gli insegnamenti informatici.
Pertanto, in ragione di questi criteri oggettivi, rispetto alle 12 domande di trasferimento da Como a Varese, ne sono state consentite 8, in corrispondenza alle competenze informatiche, mentre sono state mantenute in Como 4 posizioni concernenti Scienze Ambientali e Comunicazione, cui si aggiunge un trasferimento da Varese a Como in Scienze Ambientali.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.