Faida familiare, l’accoltellatore va ai domiciliari in Calabria

L'uomo ha colpito il consuocero rivale con un piccolo coltellino di due centimetri e mezzo di lama

E’ stato scarcerato Domenico Tripodi, il 66enne di Reggio Calabria che lunedì ha accoltellato il consuocero Antonino Rosaniti, 69 annidurante una lite a Tradate. Il gip Cristina Marzagalli ha accolto la richiesta del difensore, Elisabetta Brusa: all’uomo sono stati ordinati i domiciliari a Reggio Calabria, dove risiede. Il giudice ha tenuto conto della sua situazione di salute: ha subito un intervento delicato da poco tempo e la sua permanenza in carcere è incompatibile con le cure. Quanto all’episodio di cui è stato protagonista, ha raccontato al giudice di aver accoltellato il consuocero durante una lite e per essere stato offeso 
Tripodi era giunto da qualche giorno dalla Calabria per assistere la figlia che era in attesa di un bambino. La gravidanza nel frattempo non è andata a buon fine per motivi naturali, ma si sarebbe creata tensione tra le due famiglie degli sposi, anche a causa della severità con cui i genitori di lui tratterebbero la figlia di Tripodi. 
Lunedì,  i due capifamiglia calabresi si sono incontrati in strada, vicino a casa; c’è stata una richeista di chiarimento, che è sfociata in una rissa anche a seguiti di un insulto alla ragazza. A quel punto Tripodi (che dice di essere stato atterrato) ha estratto un piccolo coltellino con lama di due centrimenti e mezzo, comprensivo di pinzetta che utilizzerebbe per togliersi i peli superflui (così ha detto),  e ha ferito il rivale. L’accusa è tentato omicidio.  

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.