A novembre obiettivo su Busto con il primo Festival Fotografico Italiano

Dal 6 al 28 del mese mostre, lettura portfolio, seminari, editoria, concorsi, proiezioni, workshop: organizza l'Archivio fotografico italiano con Fondazione Bandera e Comune

In arrivo per l’autunno un nuovo evento culturale a Busto Arsizio: il 1°Festival Fotografico Italiano, in programma dal 6 al 28 novembre 2010. Ad organizzarlo l’Archivio Fotografico Italiano, il Comune di Busto Arsizio, la Fondazione Bandera per l’Arte, in collaborazione con Epson (sponsor tecnologico) e con il patrocinio della Provincia di Varese.
Tutto nasce dal desiderio di proporre una iniziativa culturale in Lombardia dedicata alla fotografia d’autore in una città, quella di Busto Arsizio, la più grande dell’Alto Milanese, nota fin dall’800 per gli insediamenti industriali tessili, che esportavano in tutto il mondo prodotti eccellenti, situata sull’asse del Sempione, che mette in comunicazione Milano, la vicina Svizzera e la Francia, in un susseguirsi di paesaggi inebrianti, dalle Prealpi Varesine al Lago Maggiore, apprezzati da un turismo internazionale, e quindi occasione per un lieto soggiorno per quanti, partecipando all’evento, si fermeranno più giorni nel territorio.
Una iniziativa che gli organizzatori si augurano possa attrarre un folto pubblico da diversi luoghi, anche stranieri, proponendo un percorso visivo che si dirama dalla fotografia storica alla documentazione d’archivio, alle ricerche creative.
Tanti gli ospiti di rilievo e i giovani talenti che mostreranno i propri lavori, favorendo un dialogo con i tanti appassionati, professionisti ed amatori impegnati.
La fotografia torna dunque protagonista a Busto Arsizio con un evento di rilievo nazionale che prevede oltre 20 mostre, seminari, proiezioni, letture dei portfolio, presentazione di libri, un Premio nazionale di fotografia e un’Asta di beneficenza di fotografie d’autore, concerti di musica Jazz.
Non la consueta esposizione, ma una rassegna articolata che coinvolgerà l’intera città, tra spazi pubblici e privati, gallerie, librerie e noti locali.
Per rendere maggiormente rilevante l’evento, si sono unite diverse realtà culturali e formative della città, predisponendo progetti qualificanti che interesseranno diverse fasce di età di studenti e cittadini, impegnati in ricerche e sperimentazioni.
Questi i collaboratori e le scuole che hanno aderito con interesse alla realizzazione dell’iniziativa:
Fondazione Bandera per l’Arte, Liceo Artistico Paolo Candiani, Istituti Scolastici Superiori Olga Fiorini, Istituto Cinematografico Antonioni, Istituto Italiano di Fotografia, Comunità Giovanile, Galleria Cascina dell’Arte, Galleria Cavour, LibreriaUbik, Libreria Il Passalibro, Museum Cafè, La Fata Porpora Atelier, Fondazione 3M, La Casa Bioecologica, Associazione People, Visual Conteiner, Ass.ne Il Melograno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.