Fontana: “Non chiederò voti all’Udc”

Il candidato dei centristi ha portato a casa il 6,87. "Chiedere il loro appoggio creerebbe tensioni"

Manca poco ad Attilio Fontana per agguantare il 50% più uno dei voti. E allora il candidato di Lega e PdL può permettersi anche di valutare l’apporto dell’Udc, in nome anche della coerenza con le alleanze nazionali. «Sono sempre stato convinto che senza l’Udc c’era il rischio di andare al ballottaggio, ma le mie preoccupazioni non sono state ascoltate – ha esordito -. Tuttavia l’atteggiamento di Casini ha creato un contrasto con gli interessi della Lega Nord e dunque la situazione nazionale ha influenzato questa scelta, anche se onestamente devo dire che, con gli esponenti dell’Udc di Varese, si è sempre lavorato bene. È però inutile, a questo punto, andare a chiedere i voti all’Udc» ha concluso Fontana. «Sarebbe solo un pasticcio che creerebbe tensioni e darebbe ancora più valore al loro risultato elettorale». I centristi hanno preso il 5,33% dei voti di lista, la gran parte di quelli che hanno premiato il candidato sindaco Mauro Morello (6,87%), appoggiato anche da Futuro e Libertà e Repubblicani.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.