Massimo Bossi: “Nessun burattinaio, solo io sarò sindaco”

Dopo i messaggi forti della civica filoleghista, il candidato del centrodestra contro il clima aggressivo: "non si può votare contro qualcuno, le sentenze le emettono i tribunali". E rivela: "Due settimane fa ho scritto a Umberto"

Massimo Bossi "ci mette la faccia". È una delle ultime mosse dellacampagna elettorale, imposta dai toni degli ultimi giorni. «Si è parlato molto, da parte di qualcuno, di un burattino e di un manovratore, che sarebbe Nino Caianiello» dice il candidato del PdL: «Solo io sarò eletto sindaco di Gallarate, le decisioni le prenderò solo io, spendo la mia persona, un imprenditore che vuole amministrare la città». Bossi ricorda il suo curriculum di consigliere comunale prima e di assessore all’urbanistica dopo, il lungo percorso del Pgt portato a compimento nonostante l’opposizione feroce di centrosinistra e Lega. Si scaglia contro chi invoca un «voto contro una persona», con il clima aggressivo verso i dirigenti del PdL locale. «Non va bene, i giudizi e le sentenze le emettono i tribunali, ci pensano altri organi dello Stato: non è accettabile la condanna a priori».

Se la Lega ha usato toni molto duri nel mese passato, se nell’ultima settimana è la lista filoleghista Gallarate Onesta a lanciare proprio i messaggi più aggressivi, Bossi ha ancora fiducia nella possibilità di ricucire con la Lega Nord: «Abbiamo cercato un contatto, ho scritto a Umberto Bossi due settimane fa per chiedergli un incontro, per spiegare la mia posizione». E se qualche dirigente del PdL locale è sicuro che il senatur si muoverà in queste ore per chiarire la posizione ufficiale, Massimo Bossi si limita a dire che «qualcosa si sta muovendo», anche perché «ci sono anche altre situazioni, dinamiche regionali». Qualcuno dice che dopo l’articolo in evidenza su Repubblica si sia mosso il coordinatore del PdL Mario Mantovani, per chiedere direttamente un intervento di Silvio Berlusconi, perché convinca Umberto Bossi. Intanto, il PdL prepara l’ultimissima offensiva per contestare il programma di Edoardo Guenzani.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.