Come salvare la vita di un bimbo che non respira

Da tempo è attivo un ciclo di incontri per spiegare a tutti come intervenire nel caso in cui un bambino non riesca più a respirare

disostruzione pediatricaMamme e papà, ma anche semplici cittadini che vogliono essere in grado di fare qualcosa nel momento del bisogno. C’è infatti emergenza ed emergenza da affrontare quando qualcuno sta male. Ma se è un bambino a non respirare più, allora tutto cambia: che fare? Come comportarsi, chi chiamare? Per non perdere la testa ecco che la Croce Rossa Italiana ha pensato ad un ciclo di serate che servono a divulgare le manovre della “mdped” (Manovre Disostruzione Pediatriche), vale a dire i metodi utilizzati per affrontare emergenze pediatriche e rianimazioni ai più piccoli.
Il coordinatore di questo progetto, Ivan Filippini (nella foto), del comitato locale del Medio Verbano, parla di una frequenza importante ai corsi che si sono tenuti, già quattro, e della necessità di svolgerne altri. «Per questo abbiamo realizzato un sito, dove sono presenti le date delle serate che si terranno a breve, ma anche dove è possibile scaricare il materiale che può già ora venir visionato».
Navigando nel sito infatti è possibile vedere i poster che vengono affissi nei luoghi pubblici dove viene spiegato in modo chiaro e semplice come comportarsi di fronte all’ostruzione delle vie aeree.
Questo il link del sito: http://www.mdped-varese.it/

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.