I “Passi da gigante” di Dino e Flavio

Sta per uscire la biografia del mito Meneghin, scritto con il varesino Vanetti. Due che il nostro Pier Fausto Vedani ha conosciuto bene

La vita è occasione di incontri nuovi, ma anche di incroci con il passato, particolarmente graditi quando ripropongono momenti felici degli anni giovani mentre il tuo futuro si fa sempre più piccolo. E se questi incroci avvengono con amici che di strada ne hanno fatta in te affiorano orgoglio e soddisfazione, non di rado figli dell’illusione, di aver partecipato in qualche modo ai primi passi del loro viaggio da vincenti. Nel 1968, allora cronista della Prealpina e corrispondente da Varese del Giorno e di Tuttosport, cominciai a seguire il diciottenne Dino Meneghin, esordiente in A con la Pallacanestro Ignis Varese; dieci anni dopo piombò in redazione con il fiero proposito di diventare giornalista Flavio Vanetti, varesino, autentica valanga di allegria - la stampa sportiva se la può permettere – una matricola che non solo avrebbe imparato bene il mestiere approdando alla rosea e poi al Corriere, ma sarebbe stata degna erede in materia di scherzi del mitico Meneghin e di un ben più modesto Vedani.
Tra pochi giorni Dino con la collaborazione di Flavio presenterà il libro della sua vita, una vita da grande campione, vissuta davvero a "passi da gigante" sui parquet prima e oggi come primo dirigente di tutto il movimento cestistico nazionale.
Appunto, ecco un grande incrocio con il passato, la gioia di rivivere tempi e atmosfere difficilmente ripetibili in una piccola realtà come la nostra. Sensazioni da condividere con i nonni e i padri dei tifosi di oggi che continuano con generoso slancio la splendida tradizione del grande amore per il basket cittadino. La prima presentazione del libro avverrà a Milano (lunedì 17 ottobre alla Feltrinelli di piazza Piemonte, ore 18,30), poi ci sarà una tappa a Varese, in una degna cornice che le istituzioni vorranno riservarle.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.