Primavera internazionale per gli studenti dell’Itc Tosi

Moltissimi gli scambi, tra partenze e arrivi, per i ragazzi di viale Stelvio, ormai impegnati a livello intercontinentale

Gli studenti del TosiLa primavera ritorna e i venti primaverili portano con sé la voglia di conoscere lingue e culture differenti. L’ITE, in questi giorni, è un punto di incontro tra giovani di tutto il mondo, diversi per tradizioni, ma uniti dalla volontà di conoscersi e crescere insieme all’insegna dei valori di una cittadinanza globale.

Il 28 marzo presso il Liceo Virgilio, di Milano, alla presenza del dott. Watanabe del Consolato nipponico, si è tenuta la premiazione del Concorso on-line di lingua giapponese, organizzato nell’ambito del progetto “Sakura” dall’Ufficio Scolastico Regionale in collaborazione con l’Istituto Giapponese di Cultura Japan Foundation. Gli studenti di lingua giapponese del nostro Istituto – Paola Leonardi, Virginia Grilli, Emily Sartorio, Martina Piazzo, Greta Favero, Silvia Airoldi, Marica Minotti e Martina Potenza – hanno partecipato con entusiasmo all’iniziativa, sotto la guida delle insegnanti Kyoko Osanai e Ikuko Sugyiama, nell’ambito del progetto “Lingue Orientali”, coordinato dalla prof.ssa Rosanna Carù, ottenendo il secondo e terzo posto nella categoria video con i cortometraggi: “Buon compleanno!” e “Conversazione tra amiche”.
 
Fervono, inoltre, le attività internazionali, coordinate dal centro di competenza “Estero”, nelle persone delle prof.sse Giovanna Colombo, Christine Lemoigne, Rita Reina e Cornelia Winzenburg.
Il 24 marzo sono arrivati a Busto l’Instituut Pélichy di Izegem (Belgio) e il Kozgazdasagi Politechnikum di Budapest (Ungheria); il 29 marzo l’Alexander Hegius Gymnasium di Ahaus (Germania). Il 25 marzo sono partiti alla volta del Lycée Mallet di Le Teil (Francia), gli studenti di 4CI e 3BL Esabac. Il 26 marzo sono arrivati anche gli studenti dell’IES "Marques de Santillana" di Torrelavega (Spagna).

Dal 21 al 25 marzo l’ITE ha ospitato la conferenza del Progetto multilaterale Comenius "Global problem – Local solutions", di cui sono stati co-protagonisti i colleghi e gli allievi della Invicta Grammar School di Maidstone (Gran Bretagna), Istituto che, dal 28, è presente in Viale Stelvio per la seconda fase dello scambio dei propri studenti.
Di rientro dall’Estremo Oriente, tre gruppi di allievi di quinta che sono stati accolti rispettivamente dalla Jingshan School e dalla Ritan High School di Pechino (Repubblica Popolare Cinese) e dalla Yang Chung High School di Seoul (Corea del Sud). L’8 marzo sono arrivati in Istituto i ragazzi statunitensi della Carlisle School di Martinsville (Virginia), seguiti, in questi giorni, da quelli del Lane Tech College di Chicago (Illinois), che avevano accolto gli studenti bustesi del quinto anno durante lo scorso autunno.

Ciascun’attività internazionale prevede un lavoro comune in una lingua veicolare (inglese, francese, tedesco, spagnolo) su una tematica concordata tra le due scuole, che viene iniziato nella fase di uscita e completato nella fase di rientro. Nell’ambito dello scambio tra l’ITE e l’Institut de Pelichy di Izegem (Belgio), ad esempio, si è approfondito il tema del volontariato. Per condividere questa tematica, il gruppo dei ragazzi belgi il 28 marzo si è recato a Gallarate alla scuola primaria “Dante”, per raccontare la propria esperienza ai bambini delle classi quinte, e alla scuola secondaria di primo grado “Majno”, per conoscere i ragazzi di alcune classi seconde.
Questo momento di confronto ha permesso di presentare l’attività internazionale in corso in lingua inglese alla primaria e in lingua francese alla secondaria. Le attività internazionali, tuttavia, non si esauriranno con il termine delle lezioni: è stato, infatti, pubblicato il bando per l’assegnazione di 68 borse di mobilità nell’ambito del programma Lifelong Learning, “Leonardo da Vinci”, progetto “Moving borders”. Questo finanziamento permetterà agli studenti delle classi quarte e quinte di mettersi in gioco attraverso l’esperienza di un tirocinio all’estero (Finlandia, Germania, Gran Bretagna,
Irlanda, Spagna e Svezia).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.