Viaggio al centro della terra con un team bustocco

Scoperte due affascinanti grotte in Calabria grazie ad un’associazione bustocca. E al rientro in città una fitta agenda di eventi aspetta gli appassionati della materia

Forse si saranno ispirati anche al celebre romanzo di Jules Verne i membri della Geographical Research Association (GRA) nell’organizzare il loro secondo anno di esplorazioni nelle viscere della terra. Se però il viaggio del professor Otto Lidenbrock iniziava dall’Islanda, l’associazione onlus bustocca -che però conta membri da tutto il mondo- ha scelto una latitudine ben diversa: Placanica, in provincia di Reggio Calabria.

Galleria fotografica

Viaggio al centro della terra con un team bustocco 4 di 13

 

Ma anziché cercare di spingersi fino al centro della terra, il team guidato da Michael Bolognini aveva lo scopo di esplorare e mappare nuove grotte con la missione ribattezzata “cave project”. Obiettivo che, a termine di due settimane di lavoro da parte di 15 persone tra speleologi ed archeologi, è stato portato efficacemente a termine. Oltre ad aver rivisitato le grotte scoperte nella missione dell’anno precedente ed effettuato interessanti ritrovamenti di reperti, il GRA ha riportato alla luce due nuove grotte, ribattezzate Serena e Gemelle. Si tratta di due cavità tra loro comunicanti che offrono un’affascinante spettacolo ai visitatori con le loro bianche stalattiti e stalagmiti.

Dopo aver adeguatamente ispezionato e predisposto le grotte, gli speleologi di Geographical Research Association hanno -metaforicamente parlando- tolto il caschetto da esploratore per indossare quello della guida turistica mostrando agli abitanti della zona le bellezze che avevano a pochi metri da -o meglio sotto- la loro casa. «Per noi era importante coinvolgere gli abitanti del comune che ci ospitava -spiega Michael Bolognini, presidente del GRA- così abbiamo portato con noi piccoli reporter» che grazie alle apparecchiature fornite dal gruppo hanno permesso «di avere una visione più adeguata di quello che facevamo». Il coinvolgimento è poi proseguito con l’accompagnamento di «giovani ragazzi in luoghi di difficile accesso ma molto affascinanti».

Qualche problema nella missione c’è stato, ma le grotte non c’entrano. «Abbiamo avuto problemi con la soprintendenza della Calabria -continua Michael Bolognini– ma alla fine siamo riusciti a portare avanti il nostro progetto senza nessun cambiamento».

 

Finita la missione, il team non andrà certo in vacanza. Quest’inverno, infatti, il gruppo sarà protagonista a Corte Cultura con un ciclo di approfondimenti dal titolo “mistero ed esplorazioni” che vedrà la partecipazione di importanti esperti della materia: dai Teaser ai Ghost Hunters Team (entrambi hanno collaborato con la trasmissione “mistero”) passando il team La Salle, un gruppo internazionale di fotografi 3D e William Facchinetti, lo speaker radiofonico della rubrica “leggende metropolitane” su Radio Deejay. Con la primavera, invece, inizierà la collaborazione con le scuole cittadine per pulire e rivalorizzare alcuni boschi della zona. Ma la passione per la speleologia non potrà aspettare la prossima missione estiva e, infatti, in agenda ci sono già esplorazioni nel sottosuolo bustocco per riportare la luce in cunicoli e sotterranei dimenticati da anni. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 agosto 2012
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Viaggio al centro della terra con un team bustocco 4 di 13

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.