L’assessore Del Tenno: “Per il cantiere della ferrovia c’è una soluzione”

Il responsabile di Infrastrutture e trasporti di Regione Lombardia è intervenuto alla trasmissione "Modem", della RSI Svizzera: "La Regione sta mediando tra le aziende in campo, l'infrastruttura sarà pronta per l'Expo"

"Una soluzione adesso c’è ma prima bisogna vederla con le aziende in campo". L’assessore a Infrastrutture e trasporti di Regione Lombardia Maurizio Del Tenno è intervenuto alla trasmissione "Modem", della RSI Svizzera, per la prima volta per spiegare in modo più ampio la vicenda che ha interrotto i lavori al cantiere dell’Arcisate-Stabio che sta mettendo in fibrillazione i sindacati e i sindaci del territorio.
IL CANTIERE DESERTO
L’assessore ha specificato che in questo momento la Regione sta mediando tra le aziende in campo, la Rfi e la Ics Grandi Lavori, per trovare una soluzione nello smaltimento delle terre di scavo. Infatti, proprio lo stoccaggio delle terre, risultate essere caratterizzate dalla presenza di arsenico naturale e idrocarburi, ha fermato tutti i lavori di scavo.

"Regione Lombardia non ha smesso un solo minuto di lavorare per arrivare ad una soluzione- ha dichiarato Del Tenno spiegando che – questa è un’infrastruttura strategica e, come previsto, per l’Expo verrà ultimata perché la Regione vuole a tutti i costi completare questa infrastruttura nei tempi previsti e così succederà. Siamo vicini a una soluzione.

Secondo l’assessore la problematica è tutta interna, sebbene l’opera si completi nel territorio svizzero dove invece i lavori stanno proseguendo spediti verso il completamento.

"Questa settimana incontrerò Rfi e settimana prossima l’impresaha spiegato Del Tenno  (nella foto) – e credo di riuscire a chiudere la partita. La soluzione è tecnica ma è molto complicata e concordata anche con il Governo italiano.
Siamo vicini e speriamo di chiudere questa antipatica vicenda. Ho parlato con il ministro Lupi e con il commissario Expo e sono fiducioso"

Nella mattinata di mercoledì 15 maggio, intanto, i sindacati incontreranno il prefetto di Varese per esporre tutte le loro preoccupazioni. Sul cantiere lavorano circa 50 operai della Ics e 250 dell’indotto che in questo momento hanno visto i lavori fermarsi. Come previsto giovedì mattina terranno anche un’assemblea per informare i lavoratori sullo sviluppo delle trattative.
L’assessore Del Tenno ha detto che "a brevissimo" visiterà anche il cantiere.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.