Una rete di percorsi ambientali sulla collina

La Fondazione Exodus, per il bilancio partecipato, propone un intervento incentrato sul parco di Villa Calderara a Cedrate

Villa Calderara rinnovata

Nuovi percorsi didattici di educazione ambientale, sulla collina di Cedrate: #CalderarAmbiente è il nome del progetto proposto da Fondazione Exodus, uno dei progetti “candidati” nel quadro del Bilancio Partecipato #glalaratesceglie 2016. È una proposta che – se sostenuta dai cittadini – sarà poi rivolta «principalmente ai ragazzi perché proprio da loro è possibile che nasca una nuova sensibilità».

Clicca qui per leggere le presentazioni su VareseNews dei progetti candidati a #gallaratesceglie (elenco di articoli sempre in aggiornamento)

Così Exodus presenta il suo progetto: «Tra i segnali contraddittori del nostro tempo c’è anche quello di una nuova centralità dei temi legati all’ambiente e all’ecologia. Sempre più forte, a vari livelli di responsabilità, si avverte la necessità di ristabilire un giusto rapporto tra l’uomo e la natura. Ma nel contempo si deve constatare quanto sia ancora lunga la strada che, a partire da una nuova sensibilità di fronte alla coscienza di esser tutti parte dello stesso mondo, porti poi concretamente a cambiare quei comportamenti, sia personali che collettivi, che ci hanno portato all’attuale critico stato. Crediamo – continua Exodus – che anche l’Amministrazione pubblica abbia una responsabilità in questo impegno di educazione dei cittadini verso un approccio di vero rispetto dell’ambiente e proprio per questo, proprio in questa ottica, la Fondazione Exodus ha presentato una iniziativa all’interno delle possibilità offerte dal bilancio partecipato del Comune di Gallarate».

Il progetto prevede «percorsi educativo/didattici sul tema della struttura e della complessa organizzazione dell’ambiente naturale, con la finalità specifica di educare gli esseri umani a gestire i propri comportamenti in rapporto agli ecosistemi naturali»: «Capire e conoscere gli ambienti naturali, il fragile equilibrio che lega tutti gli ecosistemi, la tutela e la protezioni degli stessi, la conservazione della biodiversità, l’uso consapevole delle risorse naturali, il mondo dei rifiuti, le fonti energetiche rinnovabili, i cambiamenti climatici e lo sviluppo sostenibile sono solo alcuni dei temi che verranno trattati. Gli spazi interni e il parco di Villa Calderara sono la location ideale dove poter sviluppare e realizzare i percorsi di educazione ambientale, sia quelli pensati per le scuole dell’infanzia e per le scuole primarie di Gallarate, sia attraverso una serie di eventi quali conferenze, workshop o seminari.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.