Droga verso la Svizzera, due arresti

In manette staffettista e corriere dello stupefacente. Migliaia di euro in un comò

Avarie
Foto varie

Nella notte del 2 gennaio i militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Como hanno concluso un’operazione antidroga che ha consentito di trarre in arresto un corriere, D.M. di 31 anni, residente a Lipomo e uno staffettista, S.S. di 49 anni, residente a Beregazzo Con Figliaro, diretti nella vicina Svizzera per consegnare marijuana e cocaina.

Sulla base di alcuni, circostanziati elementi informativi, le fiamme gialle hanno attenzionato una Fiat 500 noleggiata in Svizzera con a bordo due soggetti italiani su cui gravavano precedenti penali tra cui furto aggravato, spaccio di sostanze stupefacenti, riciclaggio, inosservanza del provvedimento dell’Autorità Giudiziaria ed evasione per non aver rispettato la misura restrittiva degli arresti domiciliari.

In tarda serata, giungeva nel comune di Beregazzo Con Figliaro una Fiat Panda che, poco dopo, ripartiva a velocità sostenuta in direzione Ronago verso il confine Svizzero, seguita dalla Fiat 500 con targa ticinese. In prossimità del valico doganale, una prima pattuglia superava e fermava l’autovettura di coda ovvero la Fiat 500 al cui interno venivano rinvenuti 1,3 Kg di marijuana e 18 grammi di cocaina.

Poco dopo giungeva sul posto anche l’autovettura “staffetta” che, accortasi di quanto avvenuto e nonostante l’alt intimato dai militari, sterzava bruscamente per poi dileguarsi in stradine secondarie.

Grazie al ritrovamento del contratto di noleggio e degli elementi informativi già in possesso, i finanzieri risalivano allo “staffettista” che, una volta fermato, ammetteva di essere il conduttore della Panda sfuggita al controllo.

Le successive perquisizioni domiciliari hanno permesso di rinvenire altri 1,5 grammi di cocaina sulla custodia di un cd pronta per essere sniffata con banconote arrotolate, 7 grammi di marijuana, 5.600 euro e 400 franchi svizzeri nascosti sotto il comò e l’armadio della camera da letto, diverse carte di credito, 6 orologi di lusso.

I due spacciatori sono stati arrestati e condotti presso la locaIe Casa Circondariale con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.