Ex Cantoni, proroga di 12 mesi per la bonifica

La richiesta approvata dal comune è stata avanzata dal ditta appaltatrice per la demolizione di parte dell’edificio che necessita di una preventiva bonifica da amianto

Ex Cantoni, entro fine anno via i terreni inquinati

La bonifica dell’area manifatturiera “ex Cantoni” iniziata lo scorso settembre prosegue senza interruzioni, costantemente monitorata. L’azienda che sta lavorando sull’area ha comunicato l’avvenuto collaudo di parte, rilevando un inquinamento residuale in un area adiacente alla ex centrale termica-cabina di distribuzione energetica. La particolare posizione del terreno da bonificare, nei pressi del fabbricato ha indotto l’azienda a richiedere la proroga di 12 mesi al fine di effettuare tutte le attività preliminari e conseguenti l’intervento in quanto il risanamento dell’area comporterà la demolizione di parte dell’edificio che necessita di una preventiva bonifica da amianto prevalentemente di tipo coibentate localizzato al riparo dall’effetto diretto degli agenti atmosferici.

«L’Amministrazione si è subito attivata per richiedere agli enti di controllo di esprimersi in merito alla tipologia di interventi programmati che in relazione alle tempistiche proposte dalla proprietà ricevendo esito positivo sia da Arpa (Dipartimento di Varese) che dalla Provincia di Varese – spiegano dal Comune -. L’Amministrazione ha dunque rilasciato la proroga di 12 mesi per questo rilevante intervento che comporterà la demolizione di quota parte dell’edificio e la bonifica dell’amianto ivi presente oltre all’asportazione del terreno inquinato.

«La bonifica dell’ex Cantoni in modo tempestivo ed efficace è una priorità per la nostra Amministrazione e ancora una volta il monitoraggio costante di quanto realizzato dalla società impegnata nell’intervento e la rapidità con cui gli uffici hanno risposto a quanto riscontrato in fase di collaudo di parte dimostra il nostro impegno – dice l’assessore all’ambiente e lo sport Gianpietro Guaglianone -. Si tratta di un intervento importante per l’area ma anche per l’intera città da cui la necessità di agire tempestivamente ma con rigore e attenzione. Per questo abbiamo, sentiti gli altri enti coinvolti, concesso la proroga che è l’unico modo per avere una bonifica dei terreni definitiva e completa. Definito l’iter abbiamo subito informato la città, perchè siamo consapevoli dell’attenzione che i cittadini e i residenti di questa parte di Saronno hanno per questi interventi».

«Questo approfondimento di bonifica sui terreni dimostra l’attenzione di questa Amministrazione e degli enti di controllo all’evolversi del risanamento di un’area così importante per Saronno» afferma il Presidente della commissione ambiente e sport Carlo Pescatori.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.