FIAB Ciclocittà a sostengno delle nuove regole del codice della strada

L'associazione cittadina invita a condividere la foto di un laccetto bianco indossato o attaccato al proprio veicolo, insieme all’hashtag della campagna #codicedisicurezza

Saronno Ciclocittà
foto del saronnese che non vanno in nessuna categoria

FIAB Saronno Ciclocittà aderisce alla campagna promossa a livello nazionale da FIAB Onlus (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) per sensibilizzare i cittadini e sollecitare il Governo ad approvare l’introduzione di nuove regole del Codice della Strada intese ad aumentare la sicurezza di tutti coloro che circolano sulle strade: pedoni, ciclisti, motociclisti, automobilisti, conducenti di mezzi pesanti.

«I dati sulle vittime della strada parlano da soli – commenta Giulietta Pagliaccio, Presidente FIAB –. Ogni 35 ore una persona perde la vita in sella alla propria bicicletta. Ai 251 ciclisti morti nel 2015 si sommano 1.504 automobilisti, 891 motociclistici, 602 pedoni, 180 conducenti di mezzi pesanti, oltre a un totale di 247.000 feriti.
Una vera e propria strage che coinvolge tutti, indipendentemente dal mezzo di trasporto».

«La riforma del Codice della Strada è uno strumento importante per poter riorganizzare la mobilità su tutta la rete viaria e, soprattutto, per dare il via a un cambiamento culturale – proseguono -. Per la prima volta, infatti, la legge delega mette la “persona” al centro della normativa e individua nella “sicurezza” e nella “mobilità sostenibile” le premesse per la riscrittura delle norme del Codice: controllo della velocità, condivisione degli spazi, riorganizzazione del traffico urbano, promozione della mobilità pedonale e ciclabile e del Trasporto Pubblico Locale (TPL), per citare solo alcuni dei punti salienti. Invitiamo tutti i cittadini saronnesi che intendono aderire, a condividere la foto di un laccetto bianco indossato o attaccato al proprio veicolo, insieme all’hashtag della campagna #codicedisicurezza».

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 24 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.