La Polizia Locale sale in cattedra per insegnare la sicurezza stradale

320 ragazzi dai 15 ai 16 anni dell'ipc Verri sono stati coinvolti nel progetto di educazione stradale della polizia locale di Busto

incidente corso XX settembre Busto Arsizio
incidente corso XX settembre Busto Arsizio polizia locale busto controlli

Nell’ambito delle attività di educazione alla Sicurezza Stradale, la Polizia locale ha organizzato alcuni incontri formativi in collaborazione con l’Istituto di Formazione Professionale “Pietro Verri” . Gli incontri, tenuti dal Commissario Daniela Bettin, dal Vice Commissario  Edoardo Di Cesare con la collaborazione dell’agente Sara Piombino, si sono svolti nel corso del mese di aprile coinvolgendo ben 320 ragazzi dai 15 ai 16 anni.

Durante gli incontri sono stati approfonditi temi grande attualità, in considerazione dell’entrata in vigore delle nuove norme tese al contrasto di comportamenti che sembrano irrimediabilmente radicati, e purtroppo anche delle incidentalità dei fine settimana.

Si è parlato infatti di abuso di alcol e di sostanze stupefacenti: a questo proposito sono stati illustrati i dati relativi agli incidenti rilevati sul nostro territorio che hanno visto coinvolte persone alla guida di ciclomotori e veicoli, ciò al fine di sensibilizzare i ragazzi sull’importanza di tenere comportamenti corretti sia come cittadini che come utenti della strada. Si è cercato di far capire che la noncuranza delle regole, l’eccessiva velocità, la distrazione, l’abuso di alcool e stupefacenti portano a tragiche conseguenze per coloro che ne sono coinvolti.

Sono state illustrate dal vivo le strumentazioni in uso, l’etilometro e il pre-test, il drug-test, il telelaser e l’autovelox, fornendo agli studenti utili raccomandazioni volte all’osservanza delle regole di sicurezza. I giovani si sono dimostrati interessati e attenti e hanno interagito con la Polizia Locale. 

Come osserva il Comandante della Polizia Locale, Claudio Vegetti, «l’iniziativa vuol essere un necessario punto di partenza per far “conoscere”, affinché si possa comprendere e prevenire in quanto solo con il miglioramento di una vera cultura della sicurezza stradale sarà possibile raggiungere l’ambizioso obiettivo di ridurre in maniera significativa il numero di morti e feriti per gli incidenti stradali».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.