Tutti i varesini del vino alla volta del Vinitaly

Da Albizzate ci saranno i Calò di Rosa del Golfo e l'enologo del Franciacorta Falcetti. Da Besozzo la storica enoteca Bottazzi, da Gavirate il titolare di Vinisola di Pantelleria e dalla Toscana il varesino Michele Satta

vinitaly

Per chi ama il vino, lo produce, lo vende o lo compra la fiera veronese del Vinitaly è un appuntamento imprescindibile: il più importante, ricco e partecipato di tutta Italia.

Il numero di espositori è sterminato, parliamo di migliaia di cantine divise in 18 enormi padiglioni. E anche da Varese in queste ore c’è chi sta finendo gli ultimi preparativi per la fiera che si svolgerà dal 15 al 18 aprile.

Lo sanno bene due veterani della manifestazione come Damiano e Pamela Calò titolari della cantina Rosa del Golfo, che si trova ad Alezio in Salento ma fa base nel comune di Albizzate. Rosa del Golfo espone a Vinitaly da 35 anni, Damiano e Pamela “solo” da 20, da quando hanno ereditato le redini dell’azienda.

«Quest’anno la nostra agenda è particolarmente fitta di incontri – racconta Damiano mentre fa gli ultimi preparativi prima di partire per Verona -. Presentiamo il restyling di alcune nostre etichette e i nostri vini tra i quali ovviamente il nostro Rosato che ha appena ricevuto 93 punti dalla famosa Vinous di Antonio Galloni. Quest’anno abbiamo già notato il ritorno sul mercato dell’operatore asiatico: abbiamo diversi appuntamenti con operatori da Vietnam, Giappone, Singapore e quelle aree».

Tra gli espositori, che comunque è un investimento non di poco conto per un’azienda, troviamo anche la storica enoteca Bottazzi di Besozzo. Si tratta di uno dei punti di riferimenti in provincia anche per via della sua attività di distribuzione con l’esclusiva sull’importazione di molti champagne dalla Francia. «Il nostro stand sarà al Palaexpo Lombardia – racconta l’amministratore delegato Bruno Bottazzi che fa parte della terza generazione alla guida dell’enoteca -. Per noi è un appuntamento imprescindibile, l’occasione di incontrare tutti i nostri agenti e clienti senza dover fare il giro dell’Italia». Bottazzi partecipa alla fiera con un suo stand da 7 anni.

Per incontrare un altro varesino bisognerà spostarsi nella zona dei Franciacorta allo stand della cantina Quadra. Lì ci sarà un altro grande operatore del settore originario di Albizzate. Si tratta dell’enologo Mario Falcetti, uno con un curriculum di tutto rispetto che è stato ricercatore alll’Istituto Agrario di San Michele all’Adige, per dieci anni nell’Azienda Contadi Castaldi e dal 2008 direttore proprio della cantina Quadra.

Tra e eccellenze toscane alla fiera ci sarà anche una cantina che ha un legame con Varese per via del suo fondatore. Si tratta dell’azienda di Bolgheri Michele Satta, fondata dall’omonimo titolare negli anni ’80 originario proprio di Varese.

Quest’anno non avrà un suo stand ma sarà protagonista di un seminario all’interno della fiera un’altro protagonista del vino originario di queste parti. Si tratta del gaviratese Francesco Rizzo titolare di una cantina che produce a Pantelleria e si chiama Vinisola. Parteciperà a un seminario martedì 17 aprile sui vini vulcanici di vinicoltura eroica.

di tomaso.bassani@varesenews.it
Pubblicato il 12 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore