Come non farvi fregare il portafogli, i consigli della polizia svizzera

Borseggi in diminuzione, ma furti con destrezza in lieve aumento: ariva il decalogo degli agenti oltreconfine

Avarie

Il periodo estivo moltiplica le occasioni di svago e tra queste vi sono sicuramente i numerosi concerti in diverse località. Anche in Canton Ticino.

Per questo arriva il “decalogo” della polizia cantonale per sopravvivere indenni (e col portafogli ancora in tasca) a eventi che da sempre raccolgono un ampio consenso di pubblico per ascoltare la musica proposta da star internazionali o locali.

Purtroppo, vista la folla, sono pure attività che favoriscono i furti con destrezza e i borseggi.

In quest’ambito a livello ticinese, grazie al lavoro delle forze dell’ordine e alla prevenzione, i borseggi sono in diminuzione, dai 308 del 2016 si è passati ai 206 del 2017, mentre i furti con destrezza fanno stato di un lieve aumento, essendo passati dai 535 del 2016 ai 579 del 2017.

I FURTI CON DESTREZZA

I furti con destrezza su suolo pubblico avvengono prevalentemente in luoghi in cui si riuniscono molte persone e dove regna un certo anonimato: stazioni ferroviarie, aeroporti, mezzi di trasporto pubblici, scale mobili, centri commerciali, mercati, grandi eventi come concerti o manifestazioni sportive.
Sovente, gli autori di furti con destrezza utilizzano dei trucchi per ingannare, distrarre o sorprendere la loro vittima allo scopo di derubarla senza farsi notare. Talvolta attendono che la persona lasci incustodita la propria borsetta o lo zaino, ad esempio su una sedia; in altri casi, mentre danno uno spintone alla vittima, le sfilano il borsello dalla tasca dei pantaloni senza che quest’ultima se ne accorga. Alcuni autori di furti poi, si piazzano così vicini alle spalle della loro vittima in ascensori, su
scale mobili o in code davanti agli sportelli che riescono con destrezza a sottrarre i suoi oggetti di valore. Questo succede soprattutto se la vittima porta uno zaino o se non tiene la sua borsetta o borsa a tracolla ben stretta e chiusa davanti al corpo. Spesso i ladri distraggono la loro vittima coinvolgendola ad esempio in una conversazione mentre si trova ad un Bancomat, per consentire al loro complice di colpire senza essere notato. Gli autori di furti con destrezza agiscono raramente da soli. Preferiscono infatti lavorare in gruppo: mentre il primo ladro confonde, distrae, spintona o sorprende la vittima, il secondo le ruba il borsello, lo smartphone, l’orologio, per poi consegnarli ad un terzo complice che infine si dilegua fra la folla. Per quanto riguarda i borseggiatori, siate sempre consapevoli del fatto che siete osservati da loro quando vi ritrovate in mezzo alla folla, ad esempio ai concerti. Perciò comportatevi in modo tali  da essere privi d’interesse per questi ladri.

«Cogliamo quindi l’occasione per nuovamente sensibilizzare la popolazione sulla problematica fornendo nel comunicato in allegato semplici consigli per evitare brutte sorprese».

Come posso prevenire un furto con destrezza su suolo pubblico o un borseggio?

• Portate su di voi pochissimo denaro contante e il minor numero possibile di oggetti di valore.
• Non lasciate mai incustoditi la vostra borsa e il vostro bagaglio.
• Quando camminate tra la folla, tenete borsetta, borsa del computer portatile, borsa a tracolla e zaino ben chiusi e stretti davanti al corpo.
• Non riponete mai i vostri oggetti di valore nelle tasche esterne dei vostri vestiti.
• Siate attenti e non perdete mai di vista i vostri oggetti di valore.
• Mettete il denaro contante e gli oggetti di valore nelle tasche interne dei vostri vestiti che possono essere chiuse.
• Quando portate uno zaino sulle spalle, non mettete mai il vostro denaro contante e i vostri
oggetti di valore nelle tasche esterne. Anche in questo caso, lo zaino va portato davanti al corpo.
• Quando effettuate pagamenti, tenete sempre saldamente in mano il vostro borsellino e quando prelevate contanti, non contate mai le banconote in presenza di persone che vi osservano.
• In caso di furto del borsellino che contiene le carte di credito, provvedete a farle bloccarle per evitare spese e prelievi indesiderati.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore