Nulla da fare per il cedro di Villa Recalcati

Non c'è piu nulla da fare per il cedro malato: sono infatti iniziate le operazioni di taglio del cedro del libano del parco di Villa Recalcati

Villa Recalcati, in un giorno di sole (inserita in galleria)

Non c’è piu nulla da fare per il cedro malato: sono infatti iniziate le operazioni di taglio del cedro del libano del parco di Villa Recalcati.

«Gli uffici competenti nelle scorse settimane hanno cercato e valutato tutta una serie di opzioni con l’obiettivo di evitare l’abbattimento – spiega una nota della Provincia –  Nessuna delle ipotesi vagliate insieme agli esperti e agli agronomi sono state ritenute risolutive. La pianta, infatti, è gravemente malata al punto che nemmeno le cure fito sanitarie sarebbero state utili per la sua sopravvivenza».

Accantonata anche la possibilità di ancorare il tronco per garantirne la staticità: il cedro, infatti, ha mostrato segni di cedimento di grossi rami a partire dai 4 metri di altezza. Nel mese di dicembre scorso, tra l’altro, nei giorni della neve,  una grossa parte della pianta è collassata finendo a terra.

In questi mesi l’area dove è l’albero, cioè nella zona del parco giochi, è stata transennata e l’accesso al pubblico interdetto per questioni di sicurezza e per via del  fatto che altri grossi rami avrebbero potuto cedere all’improvviso.

Nel frattempo Villa Recalcati ha incontrato esperti ed agronomi per valutare la possibilità di predisporre interventi. Il parere di esperti ed agronomi è stato unanime: al taglio non vi era alcuna alternativa, poiché, come si legge nella perizia «il cedimento dell’intero albero è classificato come  imminente e la probabilità di colpire un bersaglio è elevata con conseguenze che potrebbero essere gravi. Il rango del rischio relativo all’albero è estremo

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 05 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore