In coda di notte per iscrivere i bimbi all’asilo

E' accaduto alla materna di Gazzada: molti i genitori che si sono "accampati" in attesa dell'apertura dei cancelli. Rivolta degli esclusi

Genitori che dormono nei parcheggi della scuola aspettando che apra la segreteria per iscrivere i propri figli. Per alcuni si tratta di una leggenda metropolitana, ma chi vive a Gazzada Schianno sa che leggenda non è. La scuola è una elementare non statale e dormire nel parcheggio per accaparrarsi i pochi posti a disposizione è prassi consolidata.
Ma non era mai accaduto per una scuola materna. Ed invece così è andata per l’asilo, guarda caso, sempre di Gazzada, il “Carlo Bianchi” di via Italia Libera.
Questo almeno è ciò che denunciano alcuni genitori, rimasti esclusi dalla lista degli iscritti.
«La segreteria apriva alle 9 di venerdì (18 gennaio) – racconta una mamma, che preferisce restare anonima – e io sono arrivata intorno alle 8.20 per scoprire non solo che avevano già cominciato a raccogliere le iscrizioni, ma che i posti disponibili erano esauriti perché alcuni genitori si erano appostati ai cancelli dall’ 1 del mattino.
La conferma l’ho avuta da alcune mamme che mi hanno detto di essere entrate all’asilo verso le 6 del mattino, dopo che il presidente, Gianni Nocera, aveva aperto le porte ai genitori rimasti fuori per gran parte della notte. Io non ero tra quelli e mi chiedo chi abbia fatto partire il tam tam e perché alcuni si siano presentati all’alba riuscendo addirittura a far cominciare prima la raccolta delle iscrizioni».

I posti disponibili alla scuola materna di Gazzada sono 28, le sezioni 3, ma i bambini che in paese quest’anno dovrebbero iscriversi alla materna sono più di 50.
Va detto però che gli asili del paese sono due: uno a Gazzada e l’altro a Schianno e le due strutture dovrebbero poter soddisfare le richieste di tutto il paese.  Pare però che il problema non si sia posto per l’asilo di Schianno, e che la coda ai cancelli ci sia stata soltanto per quello di via Italia Libera.
A questo punto i genitori vogliono una risposta e soprattutto vogliono capire perché qualcuno sia potuto entrare prima dell’orario previsto.
L’Amministrazione Comunale ha convocato una riunione in Comune per giovedì 24 gennaio alle 18. Tra le ipotesi anche quella di chiedere l’istituzione di una sezione in più a Gazzada, soluzione che dovrà, però, essere “compensata” da una proposta valida e migliorativa anche dell’asilo di Schianno. La soluzione non è semplice e i genitori, soprattutto quelli esclusi, aspettano.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 21 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.