Le finestre del comune? Oggi le pulisce il sindaco

Il primo cittadino Luciano Grandi si è armata di straccio e detersivo e sabato fa le pulizie dei vetri in tutto il palazzo municipale

Curiosa impresa, sabato mattina, da parte di Luciano Grandi, sindaco di Castronno. Per risparmiare i 5.400 euro della pulizie finestre in municipio – una operazione che la ditta svolge due volte l’anno – ha preso straccio e liquido detersivo, e ha pulito le finestre del comune.

Galleria fotografica

Il sindaco lava i vetri del comune 4 di 11

L’operazione è iniziata questa mattina e andrà avanti anche sabato prossimo. Castronno è uno dei comuni dove l’amministrazione chiede ai cittadini il 5 per mille e il primo cittadino commenta:  «Volevo dare un segnale forte alla cittadinanza, abbiamo tutti bisogno di stringere un po’ la cinghia e di tenere risorse sul territorio. La pulizia dei vetri la faccio io perché con quei soldi, almeno, avrò qualcosa in più per fare la manutenzione delle buche sulle strade, visto che sta diventando difficile anche fare questo ormai». 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 24 Aprile 2010
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Il sindaco lava i vetri del comune 4 di 11

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.