Pro Patria, niente da fare: la retrocessione è realtà

A Crema il gol del solito Ripa illude i tigrotti, ma la solita distrazione a fine primo tempo regala a Galli la rete che salva il Pergo e manda i biancoblu all'inferno

La Pro Patria pareggia 1-1 a Crema nel ritorno dei play out e retrocede in Seconda Divisione dopo un anno davvero negativo. I tigrotti sono passati in vantaggio a metà primo tempo con il solito Ripa, ma hanno concesso l’ennesimo gol per colpa di una distrazione difensiva. Si salva invece il Pergocrema, che rimane in categoria grazie ai due pareggi nelle gare di andata e ritorno sfruttando la migliore posizione in classifica della stagione regolare.
 
FISCHIO D’INIZIO – Il momento per le tigri di tirare fuori gli artigli è arrivato: al “Voltini” Pivotto e compagni devono obbligatoriamente vincere per rimanere in prima divisione, una sconfitta sarebbe tragica, costringendo i bustocchi a ripartire dalla Seconda Divisione. Circa 500 i sostenitori provenienti da Busto per stare accanto alla squadra in questo delicato momento. Mister Gaudenzi decide, rispetto alla formazione della scorsa settimana, di sostituire lo squalificato Barbagli mettendo Rinaldi centrale e spostando Chiecchi sulla corsia sinistra. In attacco confermati Sarno e Pacilli alle spalle di Ripa. Anche l’allenatore dei cremaschi Rastelli attua tre cambiamenti. Il primo è l’inserimento in difesa di Lolaico, il secondo riguarda il centrocampo, con Gherardi al posto di Uliano, mentre in porta gioca il giovane Colombi, classe 1991, al posto di Rossi Chauvenet.
 
IL PRIMO TEMPO – Passano appena 3′ e il Pergo sfiora il gol con un’incornata di Ferrari che colpisce il palo e rimbalza pericolosamente sulla linea, prima che il numero uno tigrotto Giambruno la raccolga tra le proprie braccia. I padroni di casa continuano ad attaccare nei primi minuti di gara con insistenza. Dopo il quarto d’ora di gioca prova ad uscire un po’ la Pro; al 17′ Sarno su punizione sfiora l’incrocio mandando di poco alto, al 19′, invece, Ripa di testa sbaglia mira deviando a lato un bel cross di Pacilli. Al 23′ proprio il bomber tigrotto porta in vantaggio i suoi sfruttando al meglio un grande assist filtrante di Sarno. Al 33′ si rivede il Pergo con Le Noci che crea scompiglio in area tigrotta, ma Rinaldi non si fa sorprendere ed è bravo ad anticipare Ferrari all’ultimo. All’ultimo secondo dei due minuti concessi di recupero, con Cristiano fermo a bordo campo per farsi medicare, il Pergocrema trova il pari con Galli, che di testa dal centro dell’area trova il gol del pari mettendo in rete un cross dalla destra di Ghidotti.
 
LA RIPRESA – La Pro cerca di avanzare per trovare il gol del vantaggio, ma le maglie della difesa gialloblu sono chiuse e lasciano pochi spazi. Sarno prova una serpentina al 4′ ma la conclusione è fuori misura. Al 10′ Sarno batte una punizione dal lato corto dell’area direttamente verso la porta, ma Colombi è attento e respinge con i pugni. Al 17′ una bella combinazione tra Sarno e Pacilli sbatte contro la difesa di casa, sempre molto stretta. Al 26′ Le Noci sfrutta un errore di Del Grosso per involarsi da solo verso la porta, ma Giambruno compie un miracolo deviando in angolo. Al 39′ Urbano mette in mezzo un bel pallone dalla destra, ma nessun compagno interviene sulla traiettoria. Al 45′ il Pergocrema rimane in dieci per l’espulsione di Rossi per doppia ammonizione, mentre il quarto uomo decreta 5′ di recupero e Melara prende il posto di Chiecchi. Proprio il neo entrato al 48′ spara alto da pochi passi una buona occasione. Al 50′ l’arbitro fischia la fine decretando la retrocessione in Seconda Divisione della Pro Patria.
 
Pergocrema – Pro Patria 1-1 (1-1)
Marcatori: al 23′ pt Ripa (PP), al 47′ pt Galli (Pe).
Pergocrema (4-3-3): Colombi, Lolaico (dal 32′ st Uliano), Zaninelli (dal 4′ st Rossi), Blanchard, Federici (dal 24′ st Pianu), Cazzola, Ghidotti, Gherardi, Ferrari, Galli, Le Noci. All. Rastelli
Pro Patria (4-3-2-1): Giambruno, Del Grosso, Pivotto, Rinaldi, Chiecchi (dal 46′ st Melara), Bruccini, Cristiano (dal 24′ st Serafini), Lombardi, Sarno, Pacilli (dal 35′ st Urbano), Ripa. All. Gaudenzi.
Arbitro: Gallo di Barcellona (Morelli e Drago. Quarto uomo: Peretti)
Note: giornata calda e soleggiata, terreno in discrete condizioni. Ammoniti: Ferrari, Rossi, Ghidotti per il Pergocrema. Calci d’angolo: 3-4 per il . Spettatori: di cui circa 1500 paganti di cui 500 circa da Busto.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 maggio 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore