Digitale terrestre: dopo lo switch-off continuano i disagi

Il passaggio alla nuova tecnologia non sembra finalizzato, in molte aree del varesotto non si vedono più i canali più importanti. I centralini della Rai e del Ministero sono perennemente intasati. Raccogliamo le vostre segnalazioni e vi diamo qualche consiglio

Sono passati ben cinque giorni dallo switch-off della provincia di Varese. Tutto avrebbe dovuto funzionare alla perfezione, visti anche i lunghi tempi di preparazione, e gli operatori principali (RAI, Mediaset e Telecom) non hanno dato notizia di problemi particolari. La verità, leggendo i vostri commenti, risulta però ben diversa. Ancora oggi in molti non ricevono i principali canali Rai, per non parlare dei nuovi canali come Iris o BBC World, che dopo lo switch-off sembrano scomparsi da alcuni decoder.

Anche sui forum specializzati, in pochi giorni sono state pubblicate centinaia di conversazioni, che segnalano problemi e coni d’ombra. È giunto il momento di contattare un antennista o ci sono ancora contrattempi tecnici? Per capirlo abbiamo voluto utilizzare una via "non preferenziale", cioè il numero verde del servizio clienti istituito dal Ministero dello Sviluppo Economico (800-022000). C’è da dire, subito, che l’attesa è stata estenuante. Abbiamo chiamato due volte e il centralino ci ha tenuti in attesa 15 minuti per ogni chiamata, per poi "staccare" la linea dicendoci di riprovare più tardi. Non siamo stati più fortunati con il servizio clienti tecnico della Rai, Rai Way (800.111.555), che è risultato occupato e irraggiungibile per l’intera mattinata.

Al terzo tentativo siamo riusciti a parlare con un operatore Dgtvi. Le risposte non sono state molto esaustive, ma possono aiutare. Ecco quindi i cinque consigli del centro clienti in questi giorni dopo lo switch-off:

1) Anche se lo switch-off è stato già effettuato, potrebbero essere in corso dei lavori di ottimizzazione del segnale. Risintonizzate il decoder più volte in questa settimana, prima di contattare un antennista.
2) Se non vedete alcuni canali, provate a chiedere ai vostri vicini di casa se li ricevono oppure no. Nel caso loro li vedano, si tratta di un problema del vostro impianto, quindi dovrete contattare un antennista. Se invece nessuno di voi riuscisse a vedere quel canale, sarà necessario contattare il servizio clienti (800-022000). Il servizio clienti girerà la vostra segnalazione al relativo network televisivo, per segnalare il cono d’ombra e chiedere chiarimenti. In caso di problemi con la Rai potete contattare direttamente il servizio clienti Rai Way: 800.111.555.
3) In alcuni casi i canali appaiono in lista, ma non si vedono. In tal caso è consigliabile cancellare la lista dei canali prima di risintonizzare il decoder, perché potrebbero crearsi conflitti di numerazione.
4) In alcuni casi la sintonizzazione manuale può essere più efficace di quella automatica. Potete inserire le frequenze dei vostri mux a mano, una a una. Le trovate sul sito di DGTVi.
5) Alcune emittenti (in particolare alcune tv locali) potranno causare dei conflitti di numerazione. Il decoder vi chiederà allora di scegliere quale canale sistemare sul numero in conflitto. Selezionate il canale che preferite e andate avanti con l’installazione dei canali. Il canale scartato sarà posizionato dal decoder in fondo alla lista.

Il servizio clienti del Ministero non risponde in merito alla tv svizzera, perché non è una tv nazionale. La verità, però, è che mentre in molti riescono ancora a vederla, in alcune zone non è possibile a causa dell’interferenza del segnale di ReteCapri. In tal caso sarà necessario contattare un antennista specializzato, chiedendo un impianto ad hoc.

Come segnalato già, confrontarsi con gli altri è molto utile per capire se il problema è nostro o degli impianti di trasmissione. Come va la ricezione dei vostri canali? Segnalate con precisione cosa vedete, e dove, nei commenti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore