Il viaggio quotidiano dei quarantamila

Sono i viaggiatori, occasionali o pendolari, che ogni giorno prendono il treno in provincia di Varese. Gallarate la città più trafficata sulle FS, il Medio Verbano la zona più scoperta

Se fosse una città, avrebbe più di 40mila “abitanti”: è una comunità viaggiante gigantesca, quella che ogni giorno su muove sui binari della provincia di Varese. Oltre 21mila persone prendono il treno sulle linee di Trenitalia, provenienti da Varese, Luino, Domodossola. E quasi 18mila viaggiano invece sulle decine di convogli delle Nord che da Laveno e Varese si muovono verso Saronno e di qui a Milano (non ci sono dati su Busto Arsizio FNM e Castellanza). Un esercito di pendolari e viaggiatori occasionali, non necessariamente diretti nella metropoli: il traffico è in parte infatti dato dalla mobilità interna alla provincia, studenti e lavoratori che dai centri minori si spostano verso Gallarate, Varese, Busto, Saronno, ma anche tra una città e l’altra della provincia. I dati forniti dall’Assessorato Infrastrutture e Mobilità della Regione fotografano un territorio con un’altissima mobilità: basti pensare solo alle poco meno di 7mila persone (6926, per l’esattezza) che in media ogni giorno partono dalla stazione di Gallarate, il principale snodo della provincia, porta d’ingresso non solo per la metropoli, ma anche verso il Piemonte e la Svizzera. Gallarate rappresenta di gran lunga il nodo più importante per le FS, dal momento che le stazioni FS di Varese e Busto Arsizio (rispettivamente 3309 e 4191 viaggiatori giornalieri medi) intercettano solo una parte dei viaggiatori, altri altri usano le Nord. 
 
Dai dati emergono però anche altri aspetti interessanti: ad esempio il vuoto di trasporti ferroviari esistente tra Laveno e Sesto Calende. Se il traffico fosse rappresentato in una mappa, il Medio Verbano sarebbe quasi inesistente: le stazioni di Ispra, Taino-Angera sono utilizzate ogni giorno, rispettivamente, da 7 e 2 viaggiatori. E fa sorridere anche pensare ai 2 viaggiatori giornalieri che usano ogni giorno la stazioncina di Leggiuno-Monvalle: saranno pendolari? In realtà il perché è presto detto: la linea che passa dalla zona è stata dedicata quasi solo alle merci, ogni giorno di lì passano solo 5 treni passeggeri, diretti da un lato a Laveno-Luino, dall’altro a Novara. E i pendolari diretti a Milano? Ovviamente ripiegano su altre stazioni, a loro modo piccoli snodi ferroviari: non stupiscono i 1134 viaggiatori giornalieri che passano da Sesto Calende, che è appunto uno degli scali “porta” verso Milano. Molti dei viaggiatori, pendolari o occasionali, arrivao anche da fuori.
 
Altro dato interessante, l’alto uso del treno sulla linea S5 Milano-Gallarate-Varese: ognuna delle stazioncine intermedie – Gazzada, Cavaria, Albizzate, Castronno – vede salire più o meno 600 viaggiatori al giorno (dato più alto, quello di Cavaria, 687). Un esempio di come le linee cadenzate – passa un treno ogni 30 minuti – attraggano traffico, anche se ovviamente bisogna tener conto della densità di abitanti della zona. Da ultimo, consistente il traffico dalla Valceresio, dove ora i treni sono sostituiti da autobus: da Arcisate – stazione più importante della linea – si muovevano, in media, ben 387 viaggiatori ogni giorno.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 27 Dicembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.