Assemblea al campeggio sequestrato

I legali dei "campeggiatori" hanno presentato le novità emerse dalle ultime decisioni della magistratura, a partire dalla rimozione del sindaco Dell'Acqua dal ruolo di custode giudiziale dell'area

Un’assemblea per spiegare l’evoluzione della situazione al campeggio di Azzate. I "campeggiatori", residenti, non residenti e proprietari delle piazzole all’interno dell’area sequestrata dalla magistratura si sono ritrovati insieme agli avvocati Fabio Ambrosetti e Alberto Zanzi. I legali hanno spiegato le ultime decisioni della magistratura, vale a dire la conferma del sequestro e la rimozione del sindaco Giovanni Dell’Acqua dal ruolo di custode giudiziale del campeggio, ruolo strategico e molto importante affidato ad Alberto Speroni. La procura della repubblica indaga su abusi edilizi e ambientali, compiuti dagli amministratori della «Sette Laghi», la società che avrebbe trasformato il camping del lago in un quartiere stanziale, in barba alle leggi urbanistiche e di tutela del paesaggio.

Il pm Massimo Politi (in tandem con il procuratore Maurizio Grigo) infatti, sta indagando non solo sui 5 amministratori del campeggio, ma dovrà anche verificare come sia stato possibile mantenere per anni questa situazione di illegalità.

Per i campeggiatori in sostanza non cambiano le cose: i termini per le richieste di poter rimanere dentro il campeggio restano quelli fissati, cioè la scadenza al 31 dicembre per presentare le domande, con aiuti per i più bisognosi.

TUTTE LE NOTIZIE SULLA VICENDA

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 07 Ottobre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.