Il sindaco Fontana risponde a Calemme sui ritardi nella nomina ad Aspem Reti

"Si rivolga ai suoi referenti politici del Pdl"

La corte dei conti ha confermato che la nomina del cda di Aspem reti è stata fatta in ritardo e dunque dovrà essere rifatta con le nuove disposizioni di legge.  Il sindaco risponde a una lettera del presidente di Aspem reti Ciro Calemme il quale, tra le altre cose, ha affermato che il sindaco, all’epoca, si mosse troppo lentamente. 

«Vorrei fare alcune precisazioni in merito all’intervento di Ciro Calemme pubblicato oggi su molti giornali locali. Calemme è poco informato sui problemi, peraltro gravi, legati al suo partito.
Più volte infatti ho sollecitato i nominativi al Pdl, ed in quei giorni ero parecchio indispettito: sono stato impedito dal fare le nomine che ritenevo necessario concretizzare proprio per questo ritardo.
Chiedo pertanto a Calemme di rivolgersi ai suoi referenti politici cittadini che hanno determinato tale sgravedole – anche per me – situazione ed anche ad informarsi meglio prima di fare certe dichiarazioni».

Cordialmente.
Il sindaco Attilio Fontana 


Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 08 Novembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.