Allarme della Fiom, persi 1000 posti di lavoro a dicembre

Le aziende metalmeccaniche continuano a licenziare e quasi il 50% dei lavoratori rimasti a casa è senza ammortizzatori sociali. In provincia di Varese persi 59 posti di lavoro. Rota: "Allargare le tutele"

 L’emorragia dei posti di lavoro nel settore metalmeccanico lombardo non si ferma. A dicembre 2012 in Lombardia si sono persi quasi 1000 posti di lavoro nel settore metalmeccanico. Secondo i dati delle liste di mobilità compilate dai centri per l’impiego delle diverse province, a dicembre 2012 i posti di lavoro persi nel settore sono 895. Un numero che rappresenta il 20% circa dei licenziamenti totali.

Le province più colpite sono quelle di Milano, con 236 licenziamenti, il 20,7% del totale. Seguono Brescia (160), Monza e Brianza (110), Como (105), Bergamo (101). In provincia di Varese sono 59 i dipendenti di aziende del settore metalmeccanico rimasti a casa. Da notare che a Como la situazione risulta particolarmente difficile considerando il fatto che i licenziamenti dei metalmeccanici rappresentano il 42% del totale.

Analizzando i dati nel dettaglio, devono far riflettere i numeri dei licenziati con la legge 236, prevista per le aziende con meno di 15 dipendenti. Questi lavoratori non hanno diritto ad alcun tipo di ammortizzatore sociale, mobilità compresa.

«Ci troviamo in presenza di numeri che riconfermano la gravità della situazione del 2012 – dice Mirco Rota, segretario generale Fiom Cgil Lombardia. – Siamo preoccupati anche perché in questi giorni entrano in vigore le nuove norme per la pensione. Per i lavoratori licenziati sarà quindi più difficile arrivare al prepensionamente e, a causa della crisi, molto difficile trovare un nuovo lavoro».
Per affrontare la situazione, secondo Rota, «è necessario rafforzare le politiche attive e potenziare gli ammortizzatori sociali a partire dal contratto di solidarietà che permette di diminuire l’orario mantenendo i posti di lavoro».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 02 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.